Per agopuntura si intende una branca della medicina non convenzionale, e quindi alternativa alla medicina tradizionale, che si fonda sull’inserimento di aghi metallici molto sottili nel corpo umano, al fine di contrastare le patologie che generano dolore.

Le prime testimonianze della pratica dell’agopuntura cinese risalgono al 300 a.C. e attraverso alcuni medici e terapisti, la scienza si diffonde in tutta l’Asia e successivamente anche in Europa, prima di estendersi a tutto il mondo.

Inizialmente i terapisti intervenivano con gli aghi in prossimità della zona dolorante, ma con lo sviluppo delle conoscenze e l’esperienza, oggi è possibile disegnare una vera e propria mappa del corpo umano, con tutti i punti di penetrazione degli aghi.

Agopuntura e stimolazione energetica

Agopuntura e punti di pressioneL’agopuntura, infatti, stimola i meridiani (secondo la medicina tradizionale cinese sono i canali in cui scorre la forza vitale qi) del paziente e corregge lo squilibrio energetico, favorendo la guarigione o l’alleviamento dei sintomi. I canali energetici collegano tra loro gli arti e gli organi di ogni individuo: per questo l’agopuntore può intervenire sul piede per curare dolori renali o epatici, o sulla mano per regolare l’attività polmonare o intestinale.

La tecnica di agopuntura è abbastanza invasiva ma indolore: gli aghi sterili vengono inseriti e manipolati manualmente dall’agopuntore oppure attraverso impulso elettrico. Ogni ago rimane nel corpo per un periodo di tempo variabile da 5 a 20 minuti, a seconda della zona trattata e dell’età del paziente.

Cosa si può curare con l’agopuntura

Con l’agopuntura possono essere trattate con successo patologie quali artrite, lombalgia, dolori articolari, mal di testa, ipertensione, mal di testa, asma, mal di denti, insonnia, depressione; alcune sedute inoltre possono portare sollievo a chi è sottoposto a radio o chemio terapici, trattamenti postoperatori, o a chi soffre di nausee causate dalla gravidanza o sovrappeso.

L'agopuntura e la terapia contro il doloreRecentemente inoltre l’agopuntura viene sempre più applicata anche al campo della medicina sportiva, della cosmetica, (per stimolare il rinnovamento della pelle e la riduzione dei segni del tempo) e nelle terapie di sostegno per i tossicodipendenti, gli alcolisti e i fumatori che vogliano superare la loro dipendenza.

L’agopuntura viene praticata come singola tecnica, ma più frequentemente (soprattutto in Occidente) viene associata ad altre terapie per potenziarne gli effetti e ridurre l’assunzione di farmaci. Il numero di sedute di agopuntura è variabile a seconda del tipo di intervento e dei risultati desiderati: al termine di ogni sessione, i pazienti solitamente avvertono un rinnovato vigore fisico, serenità, rilassamento.

Secondo alcune teorie, la sensazione di sollievo viene procurata dal rilascio di endorfine, stimolato dalla penetrazione degli aghi; secondo altri pareri, i risultati di un trattamento di agopuntura si ottengono e mantengono esclusivamente associando una dieta bilanciata e della leggera attività fisica o fisioterapica.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento