post traumaL’agopuntura viene ormai utilizzata per molte fattispecie di problematiche. Mal di testa, cicli irregolari, disturbi del sonno, cervicalgia e lombalgie trovano ormai nell’agopuntura una valida alleata.

I risultati ottenuti dall’agopuntura stanno convincendo nel tempo anche le persone più scettiche, infatti sono sempre più numerosi i soggetti che si rivolgono a terapie alternative come questa, che possono risolvere diversi disturbi, come per esempio i problemi legati al sonno; scopri l’agopuntura contro l’insonnia, ecco il trattamento.

Oltre ai casi sopra menzionati, l’agopuntura viene largamente utilizzata anche per i casi post traumatici.

Per trauma si intende solitamente una energia o forza esterna che crea disturbo, fino al possibile arrecamento di danni di diversa entità, all’equilibrio del nostro organismo causandone sindromi più o meno dolorose.

Un infortunio, una operazione o un trauma semplicemente emotivo, che di fatto non è semplice ma forse più complesso di una algia articolare dovuta ad infortunio, vengono trattati spesso e volentieri con l‘agopuntura al fine di evitare l’ingestione di farmaci e/o antidolorifici che nel tempo possano nuocere alla salute soprattutto del nostro fegato e del nostro stomaco.

Molte spesso in queste tipologie di traumi si agisce con i cortisonici oppure, nel caso di trauma emotivo, con gli antidepressivi. E’ cosa ormai nota che questo genere di sostanze oltre a creare dipendenza hanno una serie di effetti collaterali che superano di gran lungo i benefici che procurano tra l’altro temporanei.

Quello che si prefigge l’agopuntura in questo campo è quello di andare a rimuovere i blocchi energetici causati dal trauma permettendo uno scorrimento migliore all’interno del corpo da parte del sangue e del qi ovvero questa energia vitale che secondo gli orientali pervade il corpo ed è per l’appunto trasportato anche dal sangue.

La rimozione di questa stasi energetica, tramite l’agopuntura, e la rimozione di questi blocchi energetici determinerà un conseguente benessere per il paziente che presto potrà tornare alla sua vita pre trauma.

 

Se invece il trauma è di natura emotivo, anche in questo caso l’agopuntura può essere utile sia per riprendere fiducia i sè stessi eagopuntura post trauma nelle potenzialità del proprio corpo (in caso di post trauma da evento sportivo, quest’ultimo ha la paura di ripetere gli stessi esercizi e sforzi), sia per superare traumi legati alle esperienze di vita che possono essere lutti, separazioni, dispiaceri, mancanza di autostima etc.etc.

Infine si potrà utilizzare l’agopuntura anche con un’azione sinergica di tecniche legate alla fisioterapia e all’osteopatia andando a creare un circuito di esperti, ognuno competente nel proprio ruolo e nella propria mansione, che andranno a ricreare la situazione pregressa all’infortunio.

Non dimentichiamoci che l’agopuntura ha circa cinquemila anni di vita e pertanto ignorare la sua storia andrebbe a discapito della salute in generale.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento