L‘agopuntura è una delle terapie curative previste dalla medicina cinese, di solito cura il dolore e ha determinate caratteristiche.

Tale pratica risale a millenni di anni fa e parte del grande sistema medico riconosciuto come il più antico del mondo.

Le differenze con il sistema medico ufficiale occidentale sono basilari, per quanto però la comunità scientifica internazionale stia continuamente monitorando la medicina cinese e scoprendone gli effetti benefici.

Il tutto è avvenuto ovviamente dopo attente analisi dei processi applicati e dei risultati sui pazienti.

L’agopuntura è una pratica riconosciuta come un vero e proprio atto medico che in determinati casi è risolutivo per varie patologie, con il vantaggio di poter evitare interventi di tipo farmacologici.

oriente e agopuntura

Quest’ultimo è uno dei maggiori punti di forza di tale terapia.

Secondo il pensiero orientale che è alla base della medicina cinese e quindi anche dell’agopuntura, l’uomo è parte di un universo più grande con il quale si trova in un equilibrio e armonia energetiche.

Armonia ed energia sono le parole chiave della medicina cinese. Il flusso vitale scorre all’interno del corpo di ogni soggetto e il benessere psico-fisico dipende direttamente dalle condizioni di tale flusso.

Se l’energia ha un intoppo, non fluisce come dovrebbe all’interno dell’organismo umano ecco che questo si indebolisce e si rende attaccabile da eventuali patologie.

Lo scopo dell’agopuntura è quello di andare a ristabilire l’equilibrio energetico, permettendo al corpo di reagire guarendo sé stesso.

 

Questo è il grande sconvolgimento di tali tipo di pratiche.

Non si tratta di interventi esterni che riescano a guarire un paziente ma proprio gli stimoli della terapia mirano a far reagire il corpo stesso, laddove esso sia in grado di poter riportare la salute.

oriente e agopuntura

Questa è infatti data dall’equilibrio del flusso energetico al momento compromesso, bloccato, distorto.

La capacità del corpo di autogenerare la soluzione del proprio disturbo è senza dubbio una concezione del tutto orientale dell’intervento curativo.

All’interno del corpo si individuano dei canali energetici, in tutto dodici, i quali sono in grado di collegare tra loro gli organi esterni con le viscere del corpo e quindi di trasmettere lo stimolo elettrico apportato tramite gli aghi dell’agopuntura ,al fine di indurre una reazione autonoma, semplicemente innescata dagli aghi stessi.

Energia Yin e Yang sono le due parti che compongono il flusso nel corpo umano.

L’agopuntura mira a ripristinarne sempre l’equilibrio altrimenti, secondo il pensiero orientale, proprio uno stacco definitivo dei due poli opposti determinerebbe la morte del corpo stesso.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento