I punti dell’agopuntura sono delle zone specifiche del corpo sulle quali va ad agire questo tipo di tecnica terapeutica, ma quanto sono importanti i punti nell’agopuntura?

L’agopuntura fa parte della grande medicina tradizionale cinese e le sue origini sono antichissime.

La medicina cinese infatti risulta essere il sistema medico conosciuto più vecchio del mondo, ma non per questo meno efficace.

Molte sono le perplessità che permangono all’interno della comunità scientifica internazionale, nei confronti di tale sistema medico e, nello specifico, per l’individuazione dei punti di agopuntura.

Eppure l’interesse nei suoi confronti sta crescendo, così pure i suoi campi di applicazione.
L’agopuntura nello specifico viene riconosciuta in Italia a tutti gli effetti come un atto medico, per questo praticabile esclusivamente da un professionista laureato in medicina e conoscitore di tali metodologie di applicazione.

principali punti agopuntura

L’agopuntura si avvale della mappatura del corpo per riconoscere ed individuare i punti sui quali poter applicare i propri aghi.

 

Il corpo umano infatti viene suddiviso in zone, le quali rappresentano le diverse parti in cui scorre il flusso energetico che garantisce l’equilibrio e il benessere psico-fisico del soggetto.

Qualora tale equilibrio viene a mancare ecco che si manifesta una patologia, data dall’interruzione o da un blocco proprio di tale flusso di energia nell’organismo umano.

I punti di agopuntura sono quelle parti del corpo ritenuto idonee per l’applicazione degli aghi di agopuntura, ovvero quelle parti in cui la resistenza elettrica del corpo risulta inferiore e quindi sono maggiormente reattive nei confronti degli stimoli a cui vengono sottoposte.

I punti di agopuntura principali sono detti meridiani e in tutto se ne contano dodici.

Ogni meridiano è un canale che connette tra loro i dodici organi, essi sono distribuiti lungo il corpo in maniera verticale, orizzontale e bilaterale.

principali punti agopuntura

Su ciascun meridiano sono individuabili propri punti di agopuntura. Agendo su di essi si influenza un canale il quale è collegato ad uno specifico organo e un proprio viscere.

All’interno di tali canali scorrono sia il sangue che il così detto Qi, termine difficilmente traducibile in una lingua occidentale che tende a significare “energia vitale”.

A loro volta i dodici canali sono distribuiti in 6 canali Yin e 6 canali Yang che viaggiano sia nella parte interna che esterna del corpo. Quest’ultima è quella che viene rappresentata nella mappatura del corpo e sulla quale risiedono i punti di agopuntura.

La stimolazione tramite gli aghi che si inseriscono nei vari punti di agopuntura permette di far reagire direttamente il corpo per risolvere il problema relativo al disequilibrio del flusso di energia.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento