La medicina cinese tradizionale è uno dei più antichi sistemi medici della storia ed è attualmente annoverata tra le cure non convenzionali.

I principi fondamentali della medicina cinese tradizionale sono l’etica professionale del medico, l’importanza della prevenzione e la sinergia tra il benessere del corpo umano e l’ambiente circostante. Questa medicina è una vera propria filosofia di vita fondata sulla centralità ed il valore dell’uomo. Prevenzione, diagnosi e cura vengono sempre affrontati dal punto di vista della persona, non della malattia.

Gli strumenti della medicina cinese tradizionale: l’agopuntura

Medicina cinese tradizionale e agopunturaGli strumenti della medicina cinese tradizionale sono la diagnostica energetica (che esamina lingua, pelle, occhi e polsi), la farmacologia cinese, la ginnastica, il massaggio e soprattutto l’agopuntura, scopri i punti dell’agopuntura, che sfrutta l’inserimento e la manipolazione di aghi sottili sotto la pelle, per contrastare fenomeni dolorosi di varia natura o ottenere analogamente un rinnovato benessere psicologico ed emotivo.

L’agopuntura è considerata una delle più antiche tecniche di guarigione della medicina cinese tradizionale: le prime testimonianze scritte risalgono addirittura al 300 a.C.; in Occidente invece l’agopuntura si è diffusa soprattutto negli ultimi 60 anni.

L’agopuntura si è evoluta nel corso del tempo: inizialmente i terapisti inserivano gli aghi nei pressi della zona da trattare, ma dopo secoli di esperienza, è oggi possibile distinguere nell’uomo circa 2000 punti di pressione per l’agopuntura.

La mappa dell’agopuntore, secondo la medicina cinese tradizionale, tiene in considerazione la teoria energetica del corpo umano: l’energia qi rappresenta la forza vitale e scorre nell’organismo attraverso dodici canali denominati meridiani, che corrono dagli arti fino agli organi interni.

L’energia qi mantiene lo stato psico fisico in perfetto equilibrio, ma quando malattie, traumi o malessere psicologico causano dei blocchi, questa energia non può più fluire in maniera ottimale, generando così dolore fisico.
La stimolazione dell’agopuntura ha proprio lo scopo di ripristinare il corretto passaggio di energia, rimuovendo o riducendo il fenomeno doloroso.

Secondo alcuni teorici della medicina cinese tradizionale, l’agopuntura funziona perché stimola una maggiore produzione di endorfine, secondo altri invece, favorisce semplicemente una migliore circolazione del sangue.

Anche se la medicina moderna non considera l’agopuntura una vera e propria scienza medica, i benefici di questa pratica di medicina cinese tradizionale, sono sperimentabili dalla maggior parte dei pazienti già dopo una sola seduta.

Il primo beneficio dell’agopuntura è una sensazione di ritrovato benessere e rinvigorimento; a questo proposito sono ormai sempre più numerosi gli atleti che inseriscono sedute di agopuntura nei loro piani di allenamento.

La stimolazione degli aghi inoltre è in grado di lenire il dolore e procurare uno stato di rilassamento e pace interiore già durante la sessione dal terapista. I risultati sono percepibili anche alcuni giorni dopo la seduta, ma diventano risolutivi dopo almeno una decina di applicazioni.

Medicina cinese tradizionale: cosa si può curare con l’agopuntura

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha confermato che l’agopuntura è un rimedio efficace per trattare l’insonnia, i dolori articolari, il mal di testa, il mal di denti, le malattie circolatorie e respiratorie, le patologie gastrointestinali e alcuni disturbi emotivi o psicologici.I punti dell'agopuntura

Il National Institutes of Health ha inoltre riconosciuto che l’agopuntura può essere un’ottima terapia – da sola o in affiancamento alla medicina convenzionale – per il trattamento dei dolori mestruali, la sindrome del tunnel carpale, il gomito del tennista, l’artrosi e le dipendenze da tabacco, alcolici e droghe in generale.

L’agopuntura è inoltre utilizzata per ridurre gli effetti collaterali delle radio e chemioterapie e la nausea che solitamente può seguire ad un intervento chirurgico.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento