Sempre più spesso si sente parlare di alimentazione biologica e dei suoi innumerevoli benefici, specie negli ultimi tempi in cui si sta risvegliando la nostra coscienza ecologista, e l’attenzione verso la cura e la conservazione dell’ambiente.

Molte volte, però, se ne parla senza conoscere davvero a fondo quali siano i reali benefici, e ci si schiera a favore o contro con troppa fretta, e soprattutto con un po’ di leggerezza nelle valutazioni. Occorre, quindi, fare chiarezza su questo tipo di alimentazione, ed evidenziare nel dettaglio i benefici che l’alimentazione biologica ha sia per l’uomo che per l’ambiente.

Innanzitutto, questo è il dato più diffuso, seguire una dieta a base di prodotti biologici vuol dire acquistare frutta e verdura prodotte senza l’utilizzo di pesticidi né additivi chimici di qualsiasi tipo.

Le coltivazioni biologiche sono, infatti, quelle che rispettano maggiormente l’ambiente; in quanto seguono i sani principi dell’agricoltura “tradizionale” di una volta. Rispettano i tempi della natura, senza forzare e stimolare la crescita della frutta e degli ortaggi, con additivi o fertilizzanti chimici; ma rispettando l’equilibrio del terreno e la stagionalità degli alimenti.

Secondo alcuni, non sono solo le sostanze chimiche a nuocere l’uomo nell’ambito dei regimi alimentari, ma anche gli stessi alimenti, c’è quindi chi ha pensato di eliminarne alcuni; scopri in cosa consiste l’alimentazione vegana.

I vantaggi dell’alimentazione biologica

i cibi biologiciUn altro vantaggio dell’alimentazione biologica, è proprio quello di rispettare la stagionalità dei prodotti, che infatti vengono coltivati soltanto nel periodo dell’anno più propizio per quel determinato frutto o ortaggio; lasciando che durante il resto dell’anno si gustino altre varietà di frutta e verdura.

Così, se è pur vero che non sarà possibile, ad esempio, trovare fragole biologiche tutto l’anno, è anche vero che queste ultime avranno un gusto migliore e un aspetto molto più appetitoso e salutare delle fragole prodotte senza rispettare i principi dell’agricoltura biologica.

Altre normative riguardanti l’agricoltura biologica, impongono particolari restrizioni per i terreni che vogliono essere adibiti a coltivazioni biologiche, e inoltre, com’è facile dedurre, vietano l’uso di sostanze geneticamente modificate.

Queste ulteriori normative fanno sì che i terreni dove coltivare frutta e verdura biologiche, siano i primi ad essere “puliti”; diventando così ideali per una produzione sana e responsabile.

L’alimentazione biologica ha anche numerosi vantaggi dal punto di vista nutrizionale. I prodotti coltivati secondo le regole dell’agricoltura biologica, infatti, presentano una tabella nutrizionale molto più ricca di sostanze nutritive rispetto ai prodotti dell’agricoltura che possiamo definire “industriale”; e quindi sono utili per il nostro benessere e la nostra salute.

I prodotti biologici, infatti, mantengono inalterato l’equilibrio naturale di sostanze nutritive, vitamine, proteine e sali minerali e, di conseguenza, conservano intatte le loro proprietà benefiche per il nostro organismo. La frutta e la verdura prodotte secondo le regole dell’agricoltura industriale, invece, a causa dell’uso di concimi e pesticidi chimici, risultano impoverite nel loro contenuto di vitamine e elementi nutrizionali.

La scelta biologica, come scelta di vita sana

 

la salute prima di tuttoQuesta maggiore ricchezza di sostanze nutrizionali benefiche per l’organismo umano si rispecchia, poi, nel gusto e nell’aspetto dei prodotti dell’alimentazione biologica, che sono decisamente più belli da vedere, ma soprattutto infinitamente più buoni e gustosi da mangiare; grazie ad un sapore più intenso che di certo ricorderà a chiunque lo assaggi, il sapore ricco delle cose buone di una volta.

Da questo punto di vista, infatti, non c’è assolutamente paragone tra la frutta e la verdura biologica, e quella di coltivazione industriale: la prima batte decisamente la seconda in quanto a sapore!

Infine, con l’alimentazione biologica si pone di certo in primo piano il rispetto per l’ambiente. I metodi di coltivazione biologica, infatti, come già detto, vietano l’utilizzo di qualsiasi sostanza chimica, e questo è utile sia a preservare le caratteristiche naturali dei prodotti, ed il loro apporto di vitamine e sostanze nutritive in generale; ma soprattutto è utile alla conservazione dell’ambiente.

Grazie all’assenza di sostanze chimiche inquinanti, infatti, il terreno rimane fertile e vitale e ne beneficia l’intero ecosistema circostante. Anche le altre piante e gli animali che vivono nel terreno coltivato secondo, i principi dell’agricoltura biologica, potranno beneficiare di un’atmosfera davvero naturale al 100%; e l’assenza di agenti chimici permette di rispettare fino in fondo il delicato equilibrio della natura.

In un mondo in cui le risorse naturali sono sfruttate ad un ritmo sempre crescente, diventa ogni giorno più importante imparare a rallentare i ritmi e a seguire quelli dettati dalla natura, promuovendone il rispetto e la conservazione, ed insegnando l’importanza di questo comportamento anche alle generazioni future. L’alimentazione biologica, in fondo, è anche una scelta consapevole di rispetto per la natura e di attenzione al futuro del pianeta.

Per questo è sempre più importante fermarsi un attimo per riflettere al momento dell’acquisto di frutta e verdura. Davanti al banco del supermercato, invece dei soliti prodotti, possiamo scegliere quelli di provenienza biologica: faremo così la nostra piccola parte per la tutela dell’ambiente e della nostra salute. Perché l’alimentazione biologica è anche questo!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento