Alimentazione equilibrata: nutrirsi bene e stare meglioL’alimentazione equilibrata dovrebbe essere la regola di ogni periodo della nostra vita, ed adattarsi ai vari momenti di crescita, all’età adulta e a quando si diventa più anziani. Ogni individuo infatti ha differenti necessità dietologiche: di seguito vedremo alcuni semplici consigli per un corretto stile di vita, all’insegna di un’alimentazione equilibrata.

Chi necessita di perdere peso per risolvere casi di obesità o sovrappeso, deve impostare un percorso graduale e corretto di dimagrimento equilibrato. Bisogna seguire una dieta moderatamente ipocalorica, seguendo tutte le indicazioni del proprio medico o nutrizionista/dietologo.

L’alimentazione è quindi responsabile di casi di sovrappeso e obesità, e di conseguenza di molte malattie anche gravi, come per esempio quelle a carico del miocardio; ecco l’alimentazione sana e le malattie cardiache.

Alimentazione equilibrata: controllo del peso e scelta dei cibi

È opportuno rispettare sempre i tre pasti principali, quindi colazione, pranzo e cena, ed inserire spuntini solo se indicato. Le porzioni andrebbero ridotte, preferendo ad ogni modo cibi con un basso apporto calorico ed elevato potere saziante (proprio come la frutta e gli ortaggi).

Anche i grassi andrebbero ridotti, eliminando fritture, prodotti confezionati e bibite sofisticate: l’attività fisica è altrettanto importante.

Palestra, piscina, o anche una semplice camminata (sostituita da una cyclette in casa quando c’è maltempo) per 30 minuti almeno 3 o 4 volte a settimana.

La fibra alimentare appartiene al mondo vegetale e ne esistono due tipologie: la fibra solubile rallenta l’assorbimento dei carboidrati e dei lipidi e aumenta il senso di sazietà. Questa fibra è presente nelle fave, nei ceci, nella sosia, nei piselli, nelle lenticchie e nei fagioli, che andrebbero consumati ogni giorno fino a 4 o 5 porzioni. La fibra insolubile invece regolarizza l’intestino ed è contenuta nei cereali integrali (pasta, pane e suoi derivati, biscotti e così via).

Più fibre e meno sale

 

Dimagrimento e salute per un benessere completoTroppo sale favorisce l’ipertensione arteriosa e aumenta in generale la possibilità di contrarre patologie cardio vascolari. Si consiglia quindi di ridurre il sale aggiunto alle pietanze, sostituendolo con quello iposodico e tenendo in considerazione l’eventuale condimento già presente nel prodotto al momento dell’acquisto.

I cibi possono essere insaporiti con erbe aromatiche, spezie (zafferano, peperoncino, noce moscata) ma anche succo di limone e aceto, secondo i propri gusti. Meglio evitare gli insaporitori (come i classici dadi da brodo che si utilizzano anche per cucinare la carne) soprattutto quelli che contengono glutammato. Infine è anche consigliabile evitare salse e snack (ketchup, maionese, senape, patatine, olive).

Quando si mangia fuori casa, teniamo a mente alcuni semplici consigli. Evitiamo continui assaggi di pane, grissini, piadine; preferiamo antipasti a base di pesce oppure verdure grigliate.

Scegliamo i primi piatti con sughi non troppo grassi (meglio se con pomodoro, verdure) ed evitiamo di aggiungere formaggio grattugiato. Sono perfette le minestre di verdure e legumi, contorni di verdure sia cotte che crude ed il pesce (non fritto).

Per chi mangia al bar, il panino ideale contiene verdure, bresaola o prosciutto magro, oppure piatti a base di carne bianca e verdure. Evitiamo il più possibile i panini con le salse, i tramezzini, i salatini e le piadine.

Per quanto riguarda le cose da bere per la nostra alimentazione equilibrata, preferiamo l’acqua naturale (a temperatura ambiente o comunque non troppo fredda) e spremute fresche di agrumi, evitando birra e bevande confezionate.

0 Commenti

Lascia un commento

    Lascia il tuo commento

    Lascia un commento