Alimentazione per sportivi: quanto conta nella performance?L’alimentazione per sportivi prevede delle caratteristiche particolari, in quanto essa diviene la base di un’attività fisica volta al consumo delle calorie in eccesso.

Essa deve presentarsi come equilibrata nella sua struttura, ricca di elementi nutritivi ideali e al contempo deve rappresentare la fonte di apporto energetico indispensabile per ottenere dei risultati ottimi sotto il punto di vista della competizione; è quindi chiaro che l’alimentazione per i sportivi è fondamentale per la performance, come è fondamentale l’alimentazione per avere addominali scolpiti.

Ma quanto conta nella performance una corretta alimentazione per sportivi?

La risposta è molto, in quanto la sua composizione risulta fondamentale per assicurare le giuste prestazioni prima, durante e dopo l’attività sportiva.

In particolare l’alimentazione per sportivi deve rispondere a dei requisiti di completezza che possono essere riassunti in queste semplici regole:

– essa deve prevedere un apporto calorico adeguato al consumo che si prevede di compiere durante l’attività sportiva. Le calorie da inglobare attraverso l’alimentazione per sportivi quindi sono maggiori da quelle previste durante il giorno in cui non si svolge attività, soprattutto se agonistica.

l’apporto di proteine deve essere alto ma senza esagerare! Le proteine rappresentano i “mattoni” della muscolatura. Soprattutto dopo l’attività fisica esse vanno introdotte per ricostruire in modo efficace quelle parti del corpo che sono state sottoposte a stress da attività. L’apporto delle stesse può essere ricercato nei cibi di origine vegetale come i legumi oppure nelle carni bianche e rosse.

-il consumo di frutta e verdura deve essere costante in quanto questi preziosi cibi introducono molti sali minerali e vitamine, indispensabili per il mantenimento delle ossa e dell’apparato muscolare.

i carboidrati vanno introdotti soprattutto prima di svolgere l’attività fisica in quanto essi rappresentano una fonte di energia immediata per l’organismo. I carboidrati complessi vanno in assoluto preferiti ai carboidrati derivanti da cibi raffinati come le farine e lo zucchero bianchi. Via libera quindi ai cereali e al riso integrale da consumarsi conditi con dell’olio di oliva  a crudo. In questo modo la quantità di grassi polinsaturi giornaliera sarà coperta, assicurando beneficio alle giunture e ai tessuti muscolari.

il consumo di acqua minerale deve essere abbondante. Durante la giornata i liquidi andranno integrati bevendo almeno due litri di acqua, garantendo così l’idratazione dell’organismo e al contempo un giusto apporto di sali minerali come il magnesio, il potassio e il calcio.

Queste semplici regole legate all’alimentazione per sportivi diventano molto importanti nel momento in cui si sceglie di svolgere dell’attività agonistica.

 

In questo caso l’alimentazione per sportivi dovrà essere controllata e mirata al miglioramento della performance. Qualunque sia l’attività svolta vi sono delle regole che vanno seguite per ottimizzare le prestazioni, esse si basano sul momento del consumo del pasto:

Alimentazione per sportivi e performance, ecco il nessoil pasto che precede lo svolgimento dell’attività fisica andrà consumato in un periodo di tempo ragionevole dall’inizio della gara. Non troppo presto, altrimenti potrebbe insorgere la sensazione di fame, ma nemmeno a distanza troppo ravvicinata, altrimenti la digestione potrebbe mettere in difficoltà la performance. Il pasto deve prevedere un apporto di carboidrati complessi, energia veloce da bruciare, ed almeno una porzione di frutta o di verdura per un buon apporto di sali minerali.

durante la performance non si dovrà consumare del cibo ma bisognerà integrare i liquidi bevendo con frequenza dell’acqua minerale a piccoli sorsi e a temperatura ambiente. Bere dell’acqua ghiacciata potrebbe infatti provocare delle congestioni oppure dei blocchi renali.

una volta conclusa la gara si potrà consumare un piccolo spuntino ma il pasto vero e proprio dovrà attendere alcune ore per essere consumato. Questa scelta abbraccia l’idea che il corpo deve prima riposarsi e la temperatura corporea deve tornare normale prima di poter accogliere del cibo e prepararsi alla digestione in modo ottimale. I cibi da scegliere nel pasto che segue la performance dovranno essere riposanti e mirare a integrare le sostanze perse nello sforzo fisico. Via libera alle proteine, sia di origine vegetale che animale, e al consumo di verdura a volontà per un riposante pieno di vitamine e di sali minerali.

Seguendo questi piccoli consigli si potrà sicuramente migliorare la performance, in quanto l’alimentazione per sportivi diviene in questo caso mirata e volta al benessere globale del corpo, prima, durante e dopo lo sforzo atletico.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento