Alimentazione sana, salute ottima

Un’alimentazione sana e qualche accorgimento possono ovviare al piccolo shock del sistema immunitario che l’autunno porta inevitabilmente con se. L’estate è quasi alle porte, il riposo e i momenti di relax si fanno più rari.

Il clima cambia repentinamente e iniziano i primi freddi, gli impegni scolastici o lavorativi ci portano fuori casa verso ritmi di vita più stressanti. Le giornate si accorciano e si prova ad andare a letto prima, per svegliarsi presto.

La stagionalità e la naturalità dei cibi, per fortuna, suggerisce l’alimentazione più sana in questo periodo di cambiamenti per il nostro organismo: castagne, zucche, funghi e uve sono solo alcuni dei cibi autunnali che compaiono sulla nostra tavola, con proprietà riscaldanti e adatte allo stile di vita meno vacanziero di questo periodo.

Sai già tutto sull’alimentazione sana? Allora impara a conoscere quali sono i cibi da evitare in gravidanza; alimentazione per allattamento, ecco cosa non devi mangiare.

Alimentazione sana contro le malattie autunnali

Ad ogni modo l’autunno, vuoi per i primi freddi, vuoi per gli ambienti chiusi e affollati che si frequentano (uffici, scuole, mense, bus) porta con se il raffredore, che può attaccare sia adulti che bambini.

Un’alimentazione sana contro il raffreddore prevede, lo sanno anche i bambini, molta vitamina C, quindi agrumi, kiwi e pomodori innanzitutto. Forse però non tutti sanno che è importante anche il betacarotene contenuto in zucche, carote, patate, barbabietole e rape.

Per dormire bene, sia in caso di raffreddore che per ritornare al normale ritmo lavorativo-scolastico (che impone più ore di sonno), va bene una piccola tazza di camomilla, che agendo su determinati ricettori da un effetto di blanda sedazione; si puà anche optare per un infuso naturale di tiglio, melissa e fiori d’arancio.

Fate quindi un salto in erboristeria e bevetene due tazza: il pomeriggio e dopo cena.

Anti-raffreddore è anche l’alimentazione che prevede assunzione di vitamina E, contenuta di solito nei semi: mandorle, noci, nocciole, castagne, semi di girasole, olio di semi e d’oliva. Accanto alle malattie stagionli, purtroppo, esistono anche quelle che emergono nel lungo periodo e che ci fanno temere soprattutto nella terza età: malattie cardiovascolari, alzheimer, diabete.

La dieta mediterranea contrasta le malattie più gravi

 

Alimentazione sana in autunnoUn’alimentazione sana basata sulla dieta mediterranea combatte efficacemente, nel tempo, queste terribili patologie.

La dieta mediterranea, ad esempio, prevede basse quantità di grassi animali è ciò può far scendere i livelli di infiammazioni all’origine di malattie cardiovascolari, colesterolo cattivo, trigliceridi.

E’, al contrario, ricca di proteine, carboidrati semplici e complessi che abbassano l’indice glicemico.

E’ anche ricca di fibre (verdure, legumi, cerali, frutta), quindi contrasta bene il rischio cardiovascolare.

Considerata un patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, la dieta mediterranea è sempre alla base di un’alimentazione sana che scongiuri le malattie più pericolose.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento