Alimentazione Vegana per GattiPuò il nostro micio seguire la stessa alimentazione vegana del padrone? La risposta è sì, ma seguendo alcune accortezze.

Un’alimentazione vegana dedicata i gatti è possibile ma va integrata con alcuni elementi indispensabili per la loro salute che non si trovano nel regno vegetale.

I gatti sono animali per natura carnivora, essi sono portati dal loro istinto a consumare prede anche fresche e quindi scegliere un’alimentazione vegana per il loro nutrimento si scosta leggermente dalla loro natura.

Se il gatto vive prevalentemente fuori all’aria aperta bisognerà considerare il suo istinto naturale di ‘cacciatore’ e qundi fare i conti con il fatto che, quando lui o lei sarà inserito in un ambiente naturale, potrà procurarsi cibo animale attraverso la caccia. La scelta di un’alimentazione vegana dedicata sarà applicabile quindi al cibo domestico, che può essere somministrato scegliendo prodotti ed alimenti vegani.

Sai già tutto sull’alimentazione vegana per il tuo animaletto? Allora forse t’interesserà sapere quale è l’alimentazione per celiaci, cosa mangire e cosa no.

Prima di effettuare una scelta di alimentazione vegana  vanno innanzitutto considerate quali sono le abitudini del gatto, se si tratta di un gatto uso a vivere all’aria aperta oppure se il gatto è assolutamente domestico.

Qualora il gatto sia di indole più domestica, e non viva all’aria aperta, la scelta può divenire radicale, alimentando il felino solamente attraverso cibi vegani.

In entrambi i casi, prima di iniziare un’alimentazione vegana per i gatti va considerato che essi necessitano per natura di un aminoaciso essenziale, la TAURINA, per il loro mantenimento fisico. La taurina non si trova nel regno vegetale ma le ultime ricerche scientifiche hanno sintetizzato questo elemento. Sarà indispensabile integrare l’alimentazione vegana del gatto con questo componente, in quanto la mancanza può portare alla cecità del gatto e in casi estremi alla morte. Agire con coscienza sotto questo punto di vista sarà quindi fondamentale per la salute ed il benessere del gatto.

Attenzione va posta anche sotto l’aspetto dell’assunzione di ACIDO ARACHIDONICO. Esso si trova in cibi di origine animale, nella carne e in misura minore nel  latte. Qualora la dieta del gatto ne fosse mancante i danni possono presentarsi a lungo termine e potranno essere di natura anche grave. Questo elemento andrà quindi integrato per la salute del felino.

Inoltre va richesta attenzione sotto il punto di vista delle VITAMINE, soprattutto per quanto riguarda la vitamina B12, importante per gli esseri umani quanto per il gatto. Essa è assimilabile dai gatti solo se proveniente da un’origine animale, quindi andrà integrata ai pasti vegani offerti, per evitare problemi di origine nervosa e muscolare.Alimentazione Vegana per Gatti

La scelta di una dieta vegana deve considerare anche i gusti del gatto, se il gatto ama consumare pasti ‘secchi’ oppure preferisce il consumo di pasti a base ‘umida’. Nela caso specifico di gatti che siano abituati al consumo di pasti ‘secchi’  esistono in commercio prodotti vegani dedicati alla loro nutrizione.

Si tratta di crocchette completamente vegetali, da componenti studiati ed analizzati senza essere stati testati sugli animali e quindi in corrispondenza al codice etico dell’alimentazione vegana e delle sue caratteristiche di non intaccare il regno animale in nessun modo. Conoscendo inoltre gli squilibri a cui possono andare incontro i gatti vegani, molte aziende produttrici integrano questi cibi con gli elementi necessari.

Per quanto riguarda gatti che preferiscono un’alimentazione ‘umida’ anche in questo caso si trovano prodotti vegani a loro disposizione nel commercio ed inoltre la loro dieta può esser integrata con la preparazione di portate a base di patate dolci, alimento amato dai gatti, e arricchite da brodi vegetali e verdure quali fagiolini oppure taccole, verdure amate dai felini.

In ogni caso l’alimentazione vegana del gatto deve essere varia ed integrata.

Molti studi importanti hanno affermato la fattibilità della stessa senza conseguenze, anzi con benefici alla salute del felino. Sarà comunque importante effettuare controlli veterinari periodici per assicurarsi che lo  stato di salute del gatto sia positivo.

Una scelta di alimentazione vegana per i felini rimane impegnativa sotto molti punti di vista,  merita attenzione nella scelta degli alimenti, nella loro distribuzione e soprattutto nella loro integrazione, fondamentale per la salute del nostro gatto.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento