quale alimentazione biologicaPer capire che cosa si intenda per alimentazione biologica, occorre puntualizzare sul pensiero che sta alla base di un tale regime alimentare.

Innanzitutto bisogna affermare che l’alimentazione biologica non si concentra soltanto sul concetto di quello che è presente sulla tavola ma parte da molto più indietro, è un metodo che sta a monte della produzione.

Questo modo di nutrirsi è da molti nel mondo considerato come l’unica vera maniera di alimentarsi in modo naturale in quanto non vi è alcun utilizzo di prodotti chimici come fertilizzanti e antiparassitari; ma quali sono i vantaggi dell’alimentazione naturale?

Infatti l’alimentazione biologica prevede che si mangino i cibi biologici ovvero quelli che derivano da uno specifico tipo di agricoltura.

Chiarendo meglio i passaggi all’interno della catena alimentare stessa, possiamo affermare che in questi ultimi anni si sta facendo sempre maggiore attenzione verso le modalità di produzione delle materie prime che poi finiscono nei nostri piatti, nelle ricette, in pentole e sui fornelli.

La necessità di simili attenzioni risiede nella volontà di una alimentazione nutriente ma soprattutto sana.

La natura offre i propri prodotti che, se coltivati nella maniera corretta, possono mantenere le loro caratteristiche e quindi passare agli uomini l’energia necessaria per l’organismo, senza aggiunte chimiche varie

 

caratteristiche alimentazione biologicaE’ proprio su tale genuinità intrinseca nella natura dei prodotti che fa leva l’agricoltura biologica e con essa lo stile d’alimentazione biologica che si sta sempre più diffondendo.

Nelle produzioni che non hanno la caratteristica di risultare biologiche, il produttore ha come scopo lo sfruttamento intensivo del terreno, così da poter produrre in maniera rapida e con grandi quantità di piante, in modo da aumentare costantemente la produzione finale.

Per ottenere simili obiettivi, i quali non rispondono ad altro se non ad una logica economica e di mercato di massa, nei campi e quindi sulle piante, vengono riversati pesticidi chimici, additivi del terreno, concimi artificiali, che intaccano anche i prodotti e da questi ultimi vengono assorbiti. Il tutto quindi finisce poi sulle tavole, con conseguenze anche sulla salute delle persone.

L’agricoltura biologica invece esclude gli elementi che non derivano dalla natura stessa ma utilizza gli insetti per combattere in maniera naturale la presenza dei parassiti, rispetta i tempi di maturazione dei prodotti e si pone l’obiettico di offrire sempre quindi frutta e verdura di stagione, considerando anche i tempi di riassetto del terreno.

Alimentazione biologica quindi significa riuscire a portare sulla tavola il risultato di un lavoro sugli animali allevati e sui campi che sia il più possibile vicino alle reali caratteristiche della natura con cui si sta trattando, senza alterazioni.

L’alimentazione biologica in definitiva presuppone anche un legame stretto con la produzione locale, questo è inevitabile onde evitare l’aggiunta di conservanti nei prodotti e permette di avere quindi alimenti sempre freschi.

Proprio in tal modo si incentiva anche il rapporto diretto tra consumatore e produttore o coltivatore.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento