Il diabete è una malattia metabolica associata ai valori della glicemia presente nel sangue. Esso può essere  di origine ereditaria, ma può anche comparire nel corso della vita a causa di una alimentazione squilibrata e di una vita troppo sedentaria. L’obesità è infatti una delle cause più forti dell’insorgenza di questa malattia.

Il diabete si divide in due tipologie: il diabete di tipo 1 che vede la mancata produzione di insuline da parte del pancreas e quindi la somministrazione delle stesse che deve avvenire tutti i giorni per via farmacologica, ed il diabete di tipo 2, dove il pancreas produce insuline ma le cellule, diventando resistenti alla loro azione, non ne assimilano il glucosio, che si trova quindi in una situazione di  esubero. Questa seconda tipologia di diabete porta solitamente ad eccessi di peso e a aumenti dell’appetito e della massa corporea.

Il ruolo dell’alimentazione nelle persone che soffrono di diabete, sia esso di tipo 1 o 2 è fondamentale. Molti sono gli studi effettuati sull’argomento ma i punti in comune sottolineano che una corretta alimentazione diviene indispensabile sia nel prevenire la malattia che in fase di autocontrollo.

Ricordiamo inoltre che anche se non si hanno problemi di diabete rimane comunque importante seguire un’alimentazione per tenersi in forma.

Diabete e alimentazione nella loro sinergia vanno considerati come inscindibili, per mantenere una salute buona e una vita lunga: ecco quindi il giusto approccio da affrontare in modo dolce ed equilibrato.

Innanzitutto è importante sottolineare che qualsiasi sia la tipologia di diabete di cui si soffre e il trattamento medicinale somministrato, la persona che soffre di diabete deve assumere gli stessi alimenti previsti dalle diete equilibrate.

Diabete e alimentazione: ecco il giusto approccio

Vi sono alcuni alimenti ed alcune sostanze che andranno sicuramente evitate, ma per il resto la regola da seguire sarà quella di potenziare i punti forti di un’alimentazione equilibrata e di eliminare le cattive abitudini alimentari qualunque esse siano.

Il fabbisogno energetico di una persona diabetica è pari a quella di una persona che non soffre della patologia, con le dovute differenze di peso, sesso ed età.

La divisione dei pasti deve essere bilanciata, prevedendo una colazione, due spuntini e due pasti principali.

Secondo i maggiori studi medici diabete ed alimentazione devono seguire una tabella di divisione degli elementi semplice  e naturale.

Tale divisione prevede l’assunzione di un 60% di carboidrati che devono assolutamente essere complessi, quindi derivati da cereali, soprattutto integrali. Ad essi si associano le fibre e gli amidi per un miglioramento del controllo glicemico e lipidico.

Nelle persone che soffrono di diabete l’incidenza delle malattie cardiovascolari mostra una percentuale abbastanza alta, sarà quindi utile prevedere un 30% massimo di assunzione di grassi, che non siano saturi ma che provengano da alimenti naturali e buoni, come il pesce, la frutta secca e l’olio d’oliva crudo.

L’assunzione delle proteine dovrebbe coprire una percentuale di circa il 10%. Esse sono indispensabili per il buon funzionamento della muscolatura ma un esubero nel consumo potrebbe risultare nocivo per i reni. Via libera quindi alle proteine delle uova e dei latticini magri, mentre sarà preferibile scegliere carni bianche alle carni rosse come il manzo e il cavallo.

Frutta e verdura vanno inserite in abbondanza nell’alimentazione in quanto uno dei fattori tipici del diabete riguarda l’ossidazione. introdurre quindi ogni giorno cibi antiossidanti sarà molto importante.

Per quanto riguarda gli zuccheri, la loro assunzione dovrà essere prescritta dal diabetologo, e la loro assunzione dovrà misurarsi in base alle indicazioni ricevute.

Infine, come in tutte le diete equilibrate il consumo di sale deve essere ridotto al minimo, al suo posto via libera ad un consumo di erbe aromatiche e di poche spezie leggere.Diabete e alimentazione: ecco il giusto approccio

Anche per quanto riguarda il consumo di alcolici, un bicchiere di vino rosso di qualità è permesso e consigliato mentre tutte le altre tipologie sono da evitare. Bere tanta acqua è salutare e benefico, allo scopo di depurare l’organismo e mantenere alto il livello di idratazione.

Riassumendo le caratteristiche fondamentali nel rapporto diabete e alimentazione sono le seguenti

1-limitare gli zuccheri e seguire il parere medico sotto questo delicato punto di vista

2- comporre una dieta di carboidrati complessi e fibre nella sua percentuale maggiore

3- limitare i grassi e scegliere alimenti naturali e cotti in modo sano

4- rispettare gli orari dei pasti e suddividerli nell’arco della giornata per non incorrere in sovra affaticamento del metabolismo

5- non iniziare diete dimagranti ma attenersi ad un’alimentazione sana ed equilibrata, cercando di svolgere una costante attività fisica.

Seguendo queste semplici e salutari regole il diabete e alimentazione potranno divenire amici e alleati nel combattere l’insorgenza della malattia e nel mantenimento della stessa, per una salute del corpo globale ed un equilibrio completo della persona.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento