Alimentazione sana a colazioneL’alimentazione sana ha i suoi punti fermi. Osservarli non vuol dire necessariamente sforzarsi, privarsi degli alimenti più buoni, individuare cibi killer da bandire e prepararsi a sacrifici disumani.

Per dimagrire anche di parecchio senza tuttavia accorgersene, basta un’alimentazione sana, improntata ai principi generali della dieta mediterranea e ai prodotti freschi di stagione.

Non vuoi solamente mangiare in modo sano ma cerchi anche di dimagrire per essere in forma? Allora leggi alimentazione, come farla per dimagrire senza stress.

Dieci punti fermi per un’alimentazione sana

1) Fare sempre colazione; è il pasto più importante della giornata, perché fin da subito abbiamo bisogno di energia e di attivare in modo corretto il metabolismo, in modo da bruciare correttamente le calorie degli altri pasti. Proteine e fibre devono essere regine a colazione, quindi va benissimo un toast con prosciutto e formaggio o una spremuta d’arancia, uno yogurt e qualche fetta biscottata. Occhio a un classico degli italiani: cappuccino e cornetto insieme contengono troppi zuccheri.

2) Fare cinque pasti al giorno; considerate, però, per la merenda mattutina e lo spuntino pomeridiano, di non superare le 150 calorie. Potete dunque concedervi un frutto, uno yogurt magro, una tazza di thè con due fette biscottate o una barretta ai cereali, controllando bene la lista degli ingredienti e delle calorie.

3) Usare poco sale; qui nessun ingrediente è bandito, nemmeno il sale, che però va utilizzato con parsimonia. Si trova, infatti, in molti cibi industriali e conservati, quindi meglio evitarlo sui cibi freschi, pena ipertensione e ritensione idrica.

4) Non credere nei cibi killer; in una alimentazione davvero sana nessun cibo è da bandire in se. Burro, dolci e uova sono da usare con parsimonia, è vero, ma il nostro organismo ha anche bisogno di grassi. Quindi se spalmiamo il burro nel pane a colazione, evitiamo la fetta di torta a pranzo. Se friggiamo due uova a pranzo, sfumiamo il soffritto del giorno dopo con vino bianco e non con olio d’oliva.

5) Preferire i cibi semplici; due passi al mercato per cercare i prodotti di stagione ( uva, castagne, zucca) ci mettono al riparo dai cibi inscatolati, di cui basta scorrere la lista degli ingredienti per avere un’idea sulla loro genuinità. Il top sarebbe fare il pane e la pasta in casa, ma ci rendiamo conto che non per tutti c’è il tempo, anche se si può fare di queste attività un momento di relax (con un bel bicchiere di vino accanto) o di collaborazione (facendosi aiutare dai propri cari).

Occhio a dolci e bibite gassate

 

Alimentazione sana, benvenuta in cucina6) Non esagerare con le bibite gassate; è vero, sono buonissime, ma considerate che un bicchiere di coca cola vale 130 calorie. Non dico di dimenticarsene, ma almeno di considerare che in alcune cene o feste se ne berrà più di un bicchiere, quindi in altri giorni meglio preferire una bella spremuta, bandiera dell’alimentazione sana.

7) Non esagerare con i dolci; vedere sopra (bibite gassate), con l’aggravante che spesso una fetta di dolce, anche alla frutta, aumenta l’indice glicemico per poi farlo scendere repentinamente, con conseguenti scompensi vascolari e la ricomparsa dell’appetito.

8) Variare la dieta; ogni cibo ha le sue proprietà, cambiateli spesso senza demonizzarne nessuno.

9) Dedicarsi alla cucina; al ristorante si mangiano piatti buonissimi ma l’uso di burro, olio per friggere e dado da cucina è smodato. Anche i cibi pronti, da saltare in padella, sono ricchi di grassi, agenti chimici e sale. L’opzione migliore rimane quella di dedicarsi un minimo ai fornelli: un’alimentazione sana può passare anche da un modo di cucinare veloce.

10) Attività fisica; 20 minuti di corsa il lunedì, 30 il mercoledì e 40 il venerdi: il risultato è perfetto se associato ad un’alimentazione sana.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento