controindicazioni della dieta veganaSi sente sempre un gran parlare di alimentazione e di quella che possa essere la dieta migliore che un individuo possa intraprendere. Ogni giorno esce una dieta diversa che consiglia una alimentazione diversa. Tra queste ultimamente si discute degli effetti dell’alimentazione vegana.

L’alimentazione vegana si caratterizza per la totale esclusione dal regime alimentare di prodotti animali e suoi derivati, per questo si differenzia dalla dieta vegetariana che invece esclude solo carne e pesce ma include uova latte e loro derivati;  sono molti i modi di alimentarsi per la ricerca del benessere, come per esempio la dieta biologica, ecco l’alimentazione biologica per mangiare in modo sano.

Ma esistono controindicazioni nella dieta vegana?

In questa sede si ritiene opportuno che non sono le diete ad essere dannose per il corpo umano quanto il famoso “fai da te”. Dal momento in cui molta gente segue una dieta è palese e pacifico che essa apporti dei giovamenti di carattere fisico molto importante.

Se così non fosse molte persone tralascerebbero un qualcosa che danneggi la loro salute.

Sappiamo bene che in natura vi sono tutte le tipologie di nutrienti e che la bravura di un dietologo è quella di non far mancare al corpo nulla e a cercare un equilibrio di tutte le componenti.

La dieta vegana di per sè non presenta controindicazioni se non i rischi, qualora venisse seguita con approssimazione e sufficienza, di andare in carenza di alcune componenti vitaminiche quali: Vitamina D, vitamina B12, Zinco e Riboflavina.

Per queste ragioni se non si è particolarmente ferrati in materia, si consiglia l’utilizzo di integratori volti a sopperire queste mancanze nutrizionali.

Molte persone preferiscono il vegetarianesimo all’essere vegani o altri ancora riducono la quota proteica animale riducendola del venti per cento circa. Anche questa visione non è totalmente scorretta.

Quello che più importa è sottolineare come l’utilizzo di molte verdure sia importante senza cadere a volte in estremismi o fanatismi inutili.

A ben vedere l’uomo è sempre stato un essere cacciatore e raccoglitore di frutti e questo fin dall’antichità per cui in un certo senso vegano lo era se non per le rare battute di caccia.

 

Egli si cibava essenzialmente di bacche, radici. frutti di bosco e quando poteva andava a caccia cibandosi di carne. E’ importantecontroindicazioni alimentari nella dieta veganasottolineare come la carne di cacciagione sia ben diversa dalla carne di allevamento dove spesso e volentieri gli animali sono allevati medianti mangimi chimici o peggio ancora steroidi che poi a nostra volta ingeriamo.

Concludendo possiamo osservare quindi che l’alimentazione nella dieta vegana non presenta molte controindicazioni. Quello che si raccomanda è di non cadere in facili mode o fanatismi che possano alla lunga essere dannosi per il corpo sottoposto ad un vero e proprio stress per raccogliere gli elementi di cui ha bisogno.

Prima di intraprendere qualsiasi dieta, soprattutto basata su una alimentazione vegana, è sempre meglio consultare un bravo dietologo.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento