Il problema delle emorroidi colpisce molte persone: ecco come curarle attraverso una giusta alimentazione

Le emorroidi sono un problema molto diffuso tra le popolazioni  che vivono nei paesi industrializzati. Le cause di questo doloroso problema sono da ricercarsi sia nella genetica, con la debolezza venosa, ma esse possono anche essere il risultato di sforzi particolari come costanti sollevamenti di pesi, tosse continua o anche dopo la gravidanza.

Ecco alcuni semplici consigli per una corretta alimentazione per emorroidi, in caso di comparsa e come prevenzione.

Un’alimentazione ricca di fibre è la prima ed efficace arma contro le emorroidi. Questo perché molte volte la disfunzione è dovuta a situazioni prolungate di stipsi, per cui un uso costante di benefiche fibre può aiutare il problema a risolversi in modo dolce, del resto la giusta alimentazione è sempre relazionabile con la salute.

Le fibre infatti, contenute nei cereali, soprattutto integrali, aiutano la creazione di feci più soffici, per cui l’evacuazione sarà più semplice e meno problematica.
Un  consumo abituale e importante di frutta e verdura sarà altresì fondamentale, in quanto i nutrienti in essa contenuti aiutano le pareti venose a mantenersi intatte e forti. Via libera quindi ai frutti di bosco come i mirtilli, le more, ma anche ciliegie, albicocche e meloni, ricchi di vitamine A, C, E e di bioflavonoidi, indispensabili per la salute delle vene.

Per quanto riguarda la verdura più ‘giusta’ per prevenire le emorroidi essa va ricercata nella famiglia dei cavoli, dei broccoli ma anche in tutte le verdure ad alto contenuto di vitamina C, come gli spinaci e le rape. Un minerale importante è rappresentato dallo zinco, grande alleato delle vene ed indispensabile amico della salute femminile. Il suo complesso si trova in grandi quantità nel prezzemolo, nell’aglio ma anche nella frutta secca, con le nocciole e le mandorle.

Le fibre sono un alimento molto importante nel caso di insorgenza di emorroidi

Nel caso di insorgenza delle emorroidi la parola d’ordine diventa riequilibrio.

Se le emorroidi insorgono vi sono due organi che apparentemente non sembrano collegate ad esse, ma il cui equilibrio diviene importante per una pronta guarigione: essi sono il fegato e la milza.

Il fegato e la milza infatti sono due organi strettamente legati alle vene delle parti interessate. Il loro stato di salute va quindi monitorato, riequilibrato e rafforzato come primo passo verso una guarigione legata all’alimentazione.

Sarà quindi importante evitare cibi elaborati, troppo cotti e raffinati. Essi infatti, come ad esempio lo zucchero bianco, esercitano un’azione di affaticamento su questi organi che invece devono essere sottoposti al minor stress possibile.

Altre tipologie di cibo da evitare durante l’insorgenza delle emorroidi appartengono a quegli  elementi che vanno a ‘riscaldare’ l’organismo, come il caffé, il thé, le spezie e tutti gli insaccati e i latticini non magri.
Anche il consumo di carne rossa andrà limitato, dando preferenza al pollame e alle carni più magre.

Un ampio consumo di verdure crude sarà da preferirsi alle verdure cotte e soprattutto, per il periodo della degenza, sarà meglio evitare verdure troppo impegnative per il fegato come le melanzane ed i peperoni,  buonissime e ricche di vitamine, ma non semplicemente digeribili.

Un ultimo consiglio per evitare l’insorgenza delle emorroidi si basa sul movimento fisico.

La sedentarietà infatti è una delle cause primarie dell”insorgenza del fastidio; una buona passeggiata sarà quindi un semplice e valido aiuto per la prevenzione. A ciò andrà associato un consumo continuo di acqua , fondamentale per la salute.globale dell’organismo.

Essa andrà consumata durante tutto l’arco della giornata, in piccole dosi, non ghiacciata e alternata a bibite fresche e dissetanti di origine naturale. Per esempio dei thé freddi fatti in casa oppure delle tisane prima di coricarsi saranno delle bibite utili anche per mantenere una giusta idratazione e per evitare l’insorgenza di questo fastidioso problema.

 

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento