L’alimentazione del cane è alla base della crescita e dello sviluppo del vostro amico a quattro zampe. Per avere un cane sveglio, vivace, e in ottima salute, non basta addestrarlo bene, riempirlo di coccole; ma bisogna anche alimentarlo nel migliore dei modi seguendo delle regole basilari. Dunque, l’alimentazione del cane non è sicuramente una cosa da trascurare, anzi bisogna metterla al primo posto, se ci teniamo alla salute del nostro animale, e sopratutto se si tratta di un pastore tedesco.

Possiamo trovare diversi tipi di alimentazione, che possono variare a seconda della linea che si decide di intraprendere. Partiamo col dire che è possibile fare due grandi distinzioni quando parliamo di alimentazione del cane, quella cosiddetta pronta, e quella casalinga. La differenza, come si può ben capire, è legata principalmente al tempo che si ha da dedicare alla preparazione dei pasti del vostro amico a quattro zampe.

Alimentazione del cane: cibi secchi o umidi?

cosa mangiano i caniIniziamo col parlare dell’alimentazione pronta, ovvero quella che si può trovare in commercio, e che prevede due tipologie di mangimi: quelli secchi e quelli umidi. Questi pasti, sono studiati e bilanciati, per poter garantire al vostro cane il giusto apporto di proteine, vitamine, e tutto quello che gli occorre per poter vivere bene, crescere, e mantenersi in piena forma.

Questi prodotti sono semplici da somministrare, basta solo attenersi alle indicazioni che si trovano sulla confezione, per quel che concerne le dosi da dare al vostro cane.

I mangimi secchi, di solito, vanno somministrati senza l’aggiunta di altri prodotti o alimenti, e si possono suddividere in ben quattro categorie, specifiche per le esigenze del vostro cane. Ci sono quelli “puppy”, che sono indicati per i cuccioli in quanto presentano un maggiore contenuto di calcio, di vitamine e di proteine, indispensabili per la corretta crescita del cane, a livello muscolare e scheletrico.

La qualità “regular” è indicata per i cani adulti che non presentano problemi di salute particolare, la “premium”, invece, è consigliata per le femmine in allattamento, e per i cani che svolgono un’intensa attività fisica, essendo ad alto contenuto proteico.  Chiudiamo con la qualità “light”, indicata per i cani con problemi di sovrappeso, quelli che svolgono vita sedentaria e per i cani più anziani; ideale perché presenta un ridotto contenuto di proteine.

Per quel che riguarda i mangimi umidi, invece, stiamo parlando di quei prodotti, come per esempio le scatolette, che contengono un maggiore contenuto di acqua rispetto ai secchi; e che sono molto apprezzate dai cani per il loro sapore. Proprio perché contengono molta acqua, il loro livello nutrizionale è differente rispetto ai mangimi secchi, quindi per soddisfare questo dato, bisogna somministrare al cane una quantità maggiore di mangime.

Ovviamente, maggiore è il quantitativo, e maggiore è la spesa per il proprietario del cane. Per questo motivo i mangimi umidi, quasi sempre non vengono presi in considerazione per l’alimentazione dei cani di grossa taglia, mentre il discorso cambia per i cani di piccola taglia.

Come preparare un pasto in casa al vostro cane

 

prodotti in commercio per caniPer coloro che hanno più tempo, e quindi possono preparare a casa la pappa per il proprio cane, ci sono delle regole da seguire per evitare di commettere errori gravi che possono compromettere la salute del vostro amico a quattro zampe. In primis, ma dare al cane gli avanzi del vostro pasto.

Questo perché ci sono alimenti che il cane non può assolutamente mangiare; ma anche perché bisogna offrire all’animale un pasto che sia bilanciato, e che quindi contenga: proteine (carne rossa o bianca), e carboidrati di origine vegetale (cereali, verdure, pane secco, riso, pasta).

Come abbiamo detto in precedenza, sono vietati gli avanzi del pasto, perché possono produrre danni irreparabili per il cane.

Per esempio gli scarti dei pasti molto sconditi e magari speziati, le ossa di piccoli animali come il pollo o il coniglio, la carne di maiale, i farinacei come piselli, patate, fagioli, cavoli, i formaggi fermentati, i dolciumi come biscotti, caramelle, gelati, la frutta secca e il pane fresco; sono alimenti pericolosissimi per la salute del cane.

Nello specifico, la cipolla e il cavolo presentano al loro interno il disolfuro di n-propile, una sostanza che andando a distruggere i globuli rossi circolanti, determina l’anemia nel cane.  Anche gli omogeneizzati per bambini sono da evitare, perché spesso nella loro composizione presentano la polvere di cipolla come aroma naturale, e questa può essere responsabile di danni a livello eritrocitario.

Chiudiamo con la cioccolata, un vero e proprio veleno per i cani. Basti pensare che 3 o 4 etti di cioccolata possono arrivare ad uccidere un cucciolo di cane. Dunque, evitate assolutamente di somministrare al vostro animale della cioccolata, che deve essere bandita dall’alimentazione del cane, se non volete mettere a rischio la sua vita.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento