limentazione per addominali, le regole per ottenere una tartaruga definita Quanto sono belli da esibire gli addominali scolpiti, ma quanta fatica per ottenerli! La pancia e la zona addominale si presentano come parti del corpo molto soggette a rilassamento cutaneo e  per questo motivo un rilassamento della zona si prevede come una probabile conseguenza di vita sedentaria e cattive abitudini alimentari. L‘alimentazione per addominali più giusta può aiutare ad ottenere delle addominali ben definite, sgonfiando la zona da trattare e mantenendo alto il livello muscolare.

Essa, in ogni caso, va integrata con una buona e costante attività fisica, mirata a rassodare la zona e a tonificare le pareti nel modo più completo possibile. L’alimentazione per addominali si presenta da una serie di regole e preferenze molto semplici e gustose e anche da alcuni piccoli trucchi.

Sei una buona forchetta e non t’interessa avere addominali scolpiti? Allora scopri l’alimentazione biologica per mangiare in modo sano, senza rinunciare al gusto.

Alimentazione per addominali da campione: come comporla al meglio?

L’alimentazione perfetta per le addominali deve presentarsi bilanciata, varia nella sua composizione e molto attenta a non inglobare gli alimenti sbagliati.

Iniziamo dal consigliare quali sono gli elementi da evitare:

– le bibite gassate, zuccherine e gli alcolici in genere. Essi contengono molte calorie, hanno un potere dissetante effimero e soprattutto gonfiano la pancia! Al loro posto via libera a tanta acqua minerale naturale, consumata a piccoli sorsi e sempre a temperatura ambiente per evitare blocchi renali o spasmi muscolari. Alle bibite si potranno preferire inoltre benefiche tisane, dalle virtù sgonfianti e depuranti.

Molte sono infatti le erbe ‘amiche’ delle addominali, dalla liquirizia fino al tiglio, senza dimenticare erbe calmanti come la camomilla e la passiflora.

Tra i cibi da evitare si annoverano anche gli alimenti cotti in modo troppo elaborato, stufati e fritti. Al loro posto meglio preferire cotture leggere ,quali il vapore o la piastra. Per condire sarà intelligente usare l’olio di oliva crudo, dal sapore ottimo e ricco di grassi ‘positivi’ e di omega3. In previsione di una tonificazione delle addominali bisogna infatti meditare sull’elasticità cutanea, la quale probabilmente verrà messa a dura prova. Gli omega3 si rendono capaci di migliorare lo stato di salute della pelle, dei capelli e dei tessuti in generale per cui il lor consumo è vivacemente consigliato.

Quali sono i cibi quindi ‘amici’ delle addominali?

 

alimentazione per addominali, i trucchi per ottenere una pancia piatta e sodaEssi sono rappresentati dagli alimenti ricchi di proteine, quali le carni bianche, i latticini, le uova e i legumi. Le proteine si pongono infatti come i ‘mattoni’ del nostro corpo, capaci di cotruire la muscolatura e di mantenerla sana. Anche il pesce è un alimento ricco di proteine, leggero e quindi perfetto in un’alimentazione votata ad ottenere delle addominali perfette.

Il consumo di frutta e di verdura deve essere continuo, in quanto esse contengono preziosi sali minerali e vitamine, perfette per idratare l’organismo e mantenere al massimo le funzioni vitali. Molte volte la frutta può creare una sensazione di pancia gonfia, a causa degli zuccheri in essa contenuti. Sarà ideale consumarla al mattino oppure nel primo pomeriggio, per procedere con una facile digestione ed evitare rigonfiamenti.

I carboidrati non vanno assolutamente eliminati, in quanto essi sono fonte di energia da bruciare e indispensabili per il sistema nervoso. Sarà utile evitare gli zuccheri raffinati, per dedicarsi ai carboidrati complessi contenuti negli alimenti di origine integrali. Un piccolo trucco risiede nel loro consumo mirato all’assunzione di fibre. Esse sono importanti per il transito intestinale e si pongono quindi come valide alleate contro i gonfiori di pancia.

I grassi vanno preferiti nella loro versione buona e il sale va limitato, per facilitare la digestione e favorire la diuresi. A fronte di insaccati e formaggi stagionati sarà preferibile consumare latticini più magri, pochi e leggeri insaccati come il petto di tacchino e cercare di evitare l’uso di sale da cucina e di insaporitori.

Al loro posto via libera a saporiti triti di spezie e erbe, dalle virtù depurative e capaci di donare sapori inaspettati a molte ricette. Le erbe, inoltre, riescono ad aiutare le pareti addominali a sfiammarsi soprattutto nei primi giorni di dieta e di attività fisica, grazie al loro potere disinfettante e antispasmico.

L’alimentazione per addominali più ‘giusta’ si basa quindi su una sinergia di scelte corrette, di cibi da preferire e di cibi da evitare, per preparare la zona al massimo in previsione dell’attività fisica mirata e al contempo donare uno stato di salute ottimale a tutto l’organismo.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento