La corretta alimentazione dello sportivo, può aiutare a migliorare le prestazioni atletiche. Uno stile di vita adeguato, un’attività fisica costante e buone abitudini alimentari, sono il miglior modo per rimanere sani e in forma, infatti come è noto tra alimentazione e salute esiste un nesso.

alimentazione dello sportivo e migliore performanceLa maggior parte di noi pratica un’attività fisica in modo occasionale o amatoriale: jogging prima del lavoro, un corso di aerobica, o saltuari esercizi in palestra. In tutti questi casi non è necessario preoccuparsi di seguire una dieta speciale in quanto le linee guida di base per una sana alimentazione (basata dunque su un regime alimentare equilibrato e una adeguata idratazione), sapranno fornire tutta l’energia e i nutrienti di cui abbiamo bisogno per svolgere la nostra attività fisica.

Ma se l’allenamento è particolarmente faticoso e intenso, se si pratica sport a livello agonistico o se si compete in gare di resistenza, la dieta può certamente aiutare a raggiungere le migliori performance e a recuperare più rapidamente dopo lo sforzo.

L’eccessivo affaticamento accusato durante la pratica sportiva e lo scarso rendimento in termini di prestazioni, sono imputabili ad una dieta squilibrata e ad una insufficiente assunzione di:

Calorie
Carboidrati
Proteine
Liquidi
Vitamine e sali minerali

L’alimentazione dello sportivo non è in realtà molto differente dalla dieta raccomandata a qualsiasi persona sana. Tuttavia, la quantità di ciascun gruppo alimentare dipenderà necessariamente dal tipo di sport praticato, dall’intensità dell’allenamento e dal tempo dedicato alla preparazione e all’attività fisica.

L’alimentazione dello sportivo: nutrienti essenziali

CARBOIDRATI
I carboidrati complessi sono indispensabili per fornire energia, fibre, vitamine e minerali e sono a basso contenuto di grassi. I carboidrati sono immagazzinati nel corpo sotto forma di glicogeno, principalmente nei muscoli e nel fegato e si trovano in alimenti come pasta, pane integrale e riso.

Al contrario gli zuccheri semplici come quelli contenuti nelle bibite, nelle marmellate o nelle caramelle, forniscono un sacco di calorie “vuote”, in quanto non apportano alcun nutriente. Si consideri che un po’ più della metà delle calorie introdotte quotidianamente, dovrebbe provenire dai carboidrati.

PROTEINE
Le proteine sono importanti per la crescita muscolare e per la riparazione dei tessuti del corpo. Anche questi nutrienti possono essere utilizzati dal corpo per produrre energia, ma solo dopo che le riserve di glicogeno sono esaurite.

Ritenere che sia necessario seguire un regime alimentare essenzialmente proteico o integrare la dieta dello sportivo con aminoacidi o integratori proteici, è una credenza diffusa sulla cui fondatezza e veridicità, tuttavia, non esistono tuttavia prove sperimentali o evidenze medico-scientifiche .

Il rafforzamento del tono muscolare e l’aumento della massa, sono piuttosto correlati all’esercizio e all’allenamento fisico costante.

Al contrario, un eccesso di proteine, può provocare danni al fegato e ai reni, gli organi in cui queste vengono metabolizzate ed eliminate. Un accumulo di proteine si può tradurre infatti in:

Un aumento del grasso corporeo
Un aumento del rischio di disidratazione
Una cattiva assimilazione del calcio
Un maggiore lavoro per i reni, che devono smaltire l’eccesso di azoto fornito dalle proteine.

ACQUA E LIQUIDI
L’acqua è il più importante, sebbene spesso trascurato, nutriente per gli atleti. Acqua e liquidi in generale, sono essenziali per garantire la sufficiente idratazione e mantenere la giusta temperatura corporea. Urine di colore chiaro sono un evidente segnale che l’organismo è perfettamente idratato. Ecco alcuni alimentazione dello sportivo: l'importanza dei liquidisuggerimenti per mantenere abbastanza liquidi nel corpo:

Bere molti liquidi (essenzialmente acqua) durante ogni pasto, anche se non vi state allenando
Bere circa 2 tazze di acqua 2 ore prima di un allenamento. E ‘importante iniziare l’allenamento con buone riserve di acqua nel corpo.
Continuare a sorseggiare acqua durante e dopo l’esercizio – da 1/2 a 1 tazza di liquido ogni 15 o 20 minuti. L’acqua è migliore per la prima ora. Successivamente, è consigliabile assumere una bevanda energetica per ottenere un numero sufficiente di elettroliti.
Bere anche quando non si avverte lo stimolo della sete.

Il peso desiderato e l’alimentazione dello sportivo

La decisione di correggere la propria dieta per migliorare la propria prestazione deve essere fatta in modo sicuro e consapevole, per evitare di compromettere il proprio stato di salute generale. Mantenere il peso corporeo al di sotto della soglia di “normalità”, perdere peso troppo in fretta, o prevenire l’aumento di peso in modo innaturale può avere effetti negativi sull’organismo.

E’ per questo importante impostare obiettivi realistici, considerando fattori essenziali come l’età, il sesso, la presenza di eventuali patologie o disfunzioni organiche, il tipo di attività fisica praticata.

Sperimentare le diete fai da te, suggerite da amici o lette sulle riviste, significa spesso seguire cattive e pericolose abitudini alimentari. I dietisti ritengono che la scelta dei cibi giusti, l’assunzione di liquidi ed, eventualmente, di integratori vitaminici, possano aiutare gli atleti a svolgere al meglio la propria attività agonistica.

L’alimentazione dello sportivo deve essere bilanciata e personalizzata perché possa davvero aiutare ogni atleta a massimizzare le prestazioni mantenendo il corpo in perfetta salute!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento