Alimentazione e fitness, inizia dal mattino.

Quale alimentazione prima del fitness? Quando fare colazione, prima o dopo una bella corsa? E se si fa attività fisica nel tardo pomeriggio, come recuperare quanto speso?

Tali quesiti sembrano i dubbi sollevati da un principiante in materia di alimentazione e fitness, ma se si chiede qualche consiglio in giro, si scopre in fretta che esiste più di un mito da sfatare e che un po’ d’informazione non guasterebbe; certamente però ciò che resta assolutamente inopinabile è che alimentazione e salute sono due vie parallele.

Alimentazione e fitness: una dieta per corsa e cyclette

Per chi ha impostato un lavoro soft, magari improntato a diminuire il peso con qualche corsetta o un po’ di cyclette, e i quesiti su alimentazione e fitness arrivano nel primo mattino, consigliamo di saltare la colazione classica ma anche di non iniziare l’attività fisica a stomaco vuoto.

Nel primo caso, infatti, si attiverebbe la digestione, rendendo faticosa e poco agevole l’attività fisica. Va benissimo, dunque, un bichierre di tè o un succo non zuccherato.

La classica colazione con latte, fette biscottate, frutta o marmellata può essere rinviata a dopo la corsa. Se lo jogging o la cyclette vengono programmati per il tardo pomeriggio o la sera, andrà bene attenersi ai classici pasti: colazione, spuntino e pranzo, prediligendo pane, pasta e riso integrale, carni bianche, frutta e verdura di stagione.

Per il recupero fisico subito dopo la corsa (ripristino dell’indice glicemico, ridurre possibili principi infiammatori), un bel bicchiere di latte o uno yogurt è proprio quel che ci vuole.

Se invece ci si è iscritti in palestra, la materia alimentazione fitness diviene più complessa. Molto dipenderà, in questo caso, dagli obiettivi che ognuno si prefisserà, oltre che dalle caratteristiche fisiche (peso, altezza, massa grassa, massa magra) e dalla frequenza con la quale ci si allenerà.

Per chi pratica aerobica (tappeto, step) potranno valere i consigli elencati sopra, ma numerosi fraintendimenti nascono invece nelle diete per i body bulder e per chi vuole mettere su massa muscolare.

Body bulder, occhio alla dieta

 

Alimentazione: dopo il fitness, il latte.La parola d’ordine, in quest’ultimo caso, è spesso “proteine”: insaccati, bistecche, cotolette, involtini e polpettoni iniziano ad impazzare nell’alimentazione, innaffiando il tutto anche con integratori proteici.

Tale modo di concepire alimentazione e fitness è irresponsabile, perché le proteine vanno inserite in piccole dosi durante i pasti (latte, yogurt, formaggi) e si devono prediligere le fonti proteiche magre (carne bianca, pesce).

Non vanno eliminati, naturalmente, neanche le vitamine e i sali minerali, ma un altro errore frequente nella corsa alla massa muscolare è quello di evitare carboidrati e grassi, che se a basso indice glicemico (prodotti integrali), sono il punto cardine di un armonioso rapporto alimentazione e fitness.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento