Comunemente siamo abituati a considerare l’uomo come un essere che I vegani si nutrono solo di vegetaliper la sua sopravvivenza (e nell’opinione comune anche per il suo benessere) si nutre di carni, pesce e vegetali. L’alimentazione vegana, a discapito delle più comuni consuetudini alimentari, elimina ogni cibo di derivazione animale.

L’alimentazione vegana corrisponde ad una più ampia filosofia di vita improntata sul rispetto del mondo animale.

L’alimentazione Vegana corrisponde ad un modus vivendi animalista e pacifico

I vegani partono da un assunto basilare: gli esseri umani possono scegliere il loro cibo e possono decidere di adottare una dieta su base vegetale oppure un’alimentazione su base animale. In ciascun caso l’uomo può vivere bene ed in salute, cambierà solo il suo carburante ovvero la fonte delle sue energie; leggi tutto sull’alimentazione vegana crudista.

Chi sceglie un’alimentazione vegana rifiuta di sfruttare gli animali, non considerandoli come un potenziale nutriente ed ammettendo che chi si ciba di animali adotta un regime alimentare basato sulla violenza.

Del resto, qualunque sia la convinzione alimentare di chiunque, è chiaro che per cibarsi degli animali è indispensabile innanzitutto ucciderli.

E l’evento morte o lo si assume come un normale momento della catena alimentare (uguale e necessario da quando l’uomo ha scoperto la caccia e la cacciagione) o, all’opposto,  si considera l’uccisione dell’animale come un violento e non proficuo atto brutale.

I vegani assumono la morte dell’animale, anche a fini alimentari, come un atto di barbarie, non necessario e non utile; è per questo primo ed indefettibile principio che  i sostenitori della alimentazione \ filosofia vegana rifiutano ogni forma di sfruttamento degli animali.

I vegani convinti e coerenti ricusano lo sfruttamento animale non solo per l’alimentazione ma anche per l’uso scientifico o parascientifico, quindi anche per la ricerca medica, farmaceutica o cosmetica, e naturalmente si oppongono pure all’utilizzo degli animali ai fini della creazioni di capi di vestiario.

In conclusione l’alimentazione vegana è animata da principi etici e fonda su una visione pacifica e non-violenta della vita.

Ma se l’alimentazione vegana, nella pratica quotidiana, si traduce nella eliminazione dalla dieta di ogni prodotto derivante dallo sfruttamento e dall’uccisione degli animali, cosa mangiano i vegani?

E’ assolutamente possibile che l’uomo tragga dal mondo vegetale gli stessi nutrienti forniti dai cibi di origine animale.

Alimentazione vegana e la saluteI vegani traggono tutti i loro nutrienti dalle fonti vegetali.

Se si domandasse ad un vegano da dove l’alimentazione vegan trae le proteine utili alla buona salute fisica, facilmente si otterrebbe una risposta anche spiritosa:
le mucche godono di ottima salute, stanno talmente bene che gli uomini le mangiano, eppure si nutrono di sola erba!

Comunemente chi è lontano dall’alimentazione vegana parla di cibi sostitutivi e di nutrienti alternativi indicando le fonti vegetali; in realtà parlare delle fonti vegetali come “sostitutive” o “alternative” non è corretto, esse sono fonti a tutti gli effetti che nulla hanno da invidiare alle carni ed alle altre fonti di derivazione animale.

Le fonti vegetali, fulcro della alimentazione vegana, sono solo differenti, e rappresentano una scelta di vita comunque valida.

Del resto una buona alimentazione vegana, ricca di legumi, cereali, frutta, con un corretto incremento di iodio e con l’introduzione della soia garantisce un’ottima salute a chi pratica tale alimentazione.
Inoltre paragonando l’alimentazione comune a quella vegana, in punto di qualità della vita, non si possono registrare evidenti divergenze riconducibili alle abitudini alimentari.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento