benefici e svantaggi dell'alimentazione vegetariaSono sempre di più le persone che scelgono di seguire un’alimentazione vegetariana, alcuni lo fanno perchè spinti da idealismo ideologico, altri perchè la ritengono una dieta efficace e soprattutto salutare.

Le motivazioni che spingono le persone ad adottare un’alimentazione vegetariana possono essere tra le più svariate: religiose, salutiste, etiche, economiche, comunque sia questo tipo di dieta è sinonimo di equilibrio e salute; ecco l’alimentazione equilibrata con frutta e verdura.

I vantaggi di un’alimentazione vegetariana

Nell’alimentazione vegetariana non si fa uso di alimenti come carne o pesce, compresi i molluschi e i crostacei, sono comunque utilizzati alimenti che derivano dagli animali come: uova, latte, formaggi.

Una corretta dieta vegetariana associata ad uno stile di vita salutare può ridurre il rischio di malattie come: ipertensione, diabete (una dieta che contiene tante fibre, carboidrati complessi ed è povera di grassi aiuta a controllare meglio la concentrazione ematica di glucosio), malattie cardiovascolari (consumare frutta e verdura abbassa il rischio di malattie al cuore), ictus (consumare più frutta e verdura riduce il tasso di mortalità di questa malattia), obesità. Il potassio e gli antiossidanti presenti nella frutta e nella verdura contribuiscono a ridurre la pressione sanguigna e i livelli ematici di colesterolo.

Esempio di una classica dieta vegetariana

 

esempio di menù vegetariano

– Colazione: latte di vacca, o caffè, fette biscottate integrali con marmellata

– Spuntino di meta mattino: yogurt e frutta secca o crackers

– Pranzo: pasta con i legumi condita con olio d’oliva o gnocchi di patate con ricotta di vacca

– Merenda: frutta o cioccolato fondente

– Cena: pane integrale, pomodori, rucola e mozzarella o uova con spinaci o una pizza

Secondo i suoi fautori la dieta vegetariana sarebbe completamente in grado di apportare tutti i nutrienti di cui ha bisogno senza integrazioni.

Tuttavia, è un’alimentazione che sembra presentare alcuni difetti come la carenza di ferro, vitamina B12 (non è contenuta in nessun alimento vegetale), vitamina D (si trova negli alimenti animali come pesci grassi e il fegato e una sua carenza può causare problemi alla salute delle ossa) e calcio ma solo nel caso in cui dalla dieta vengono eliminati pure il latte e i suoi derivati. Per evitare quindi che l’organismo vada incontro a determinate carenze chi segue un’alimentazione vegetariana tende a fare ricorso a degli integratori.

Quella vegetariana è un’alimentazione che fa un uso notevole di fibre, tuttavia è sempre bene non esagerare perchè un eccesso di fibre aumenta il livello di acido fitico che è di per sè un fattore antinutrizionale che ostacola l’assorbimento di minerali come: ferro, calcio e zinco che sono carenti nella dieta vegetariana.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento