Quali differenze fra angeli e demoni?

Quando parliamo di Angeli o Demoni sappiamo immediatamente a cosa ci riferiamo a seguito di quello che la nostra cultura ci ha trasmesso.

La parola Angelo significa “messaggero” o “inviato”, ed è un termine che ha avuto origine nella cultura ebraica ed è poi continuata in quella cristiana e islamica. Sono guardiani della Luce, messaggeri di Dio e custodi dell’umanità.

La parola demone, che deriva dal greco “dàimon”che significa essere divino, designa invece un essere a metà strada tra la dimensione terrena e quella divina. Sono generalmente di natura negativa.

La differenza tra Angeli e Demoni, anche figurativamente, è molto marcata; tuttavia a volte la distinzione tra le due categorie non è stata sempre così netta nella Storia delle tradizioni religiose dell‘umanità.

Hai mai visto un angelo? Vorresti vederlo? Scopri come fare con i chiama angeli, funzionano veramente o no?

Gli Angeli e i Demoni sono sempre stati così diversi?

Si crede generalmente che gli Angeli siano sempre stati soltanto sinonimo di bontà e considerati esclusivamente come “entità celesti protettive”  in grado di fungere da guida per il genere umano, ma non è così.

Si ricordino ad esempio gli  Angeli dell’Antico Testamento, creature infiammate dalla luce di Dio ma in grado di castigare i peccatori con terribili punizioni (come ad esempio gli angeli che punirono Sodoma e Gomorra distruggendole o gli Angeli armati posti a guardia dell’Eden ed anche gli angeli dell’Apocalisse).

In alcune tradizioni essi sono anche vendicativi con coloro che scelgono la religione sbagliata. Portatori di giustizia ma anche in grado di far del male.

Per non parlare poi degli “angeli ribelli” che, appunto, si ribellarono a Dio  e che cercarono di corrompere l’uomo allontanandolo da Dio, portatori di pestilenze, guerre e calamità.

Gli Angeli sono solitamente (ma non sempre) descritti come creature alate circondate da aloni di luce divina.

Gli angeli e i demoni nelle antiche culture

Gli angeli e i demoni a confrontoPer gli islamici esistono delle creature divine simil-angeliche di natura sia benevola che maligna: i Djinn, conosciuti anche come “geni”(come il famoso “genio” della Lampada di Aladino).

Nella Bibbia i demoni vengono descritti come creature mostruose ed animalesche, con sembianze di locuste, di rane, di creature ibride tra il cavallo, il leone, lo scorpione ed altre creature.

Nell’antica Grecia si credeva nell’esistenza di parecchie creature  demoniache, appartenenti al regno dell’oscurità, come le gorgoni (la più famosa era Medusa la cui chioma era composta da serpi), le arpie e le sirene.

Il termine “belzebù” usato spesso nella Bibbia significa signore delle mosche o signore degli insetti, pochè ci sono delle analogie tra demoni ed insetti, in quanto entrambi seminano malattia, morte, malessere ecc.

Ma la differenza principale tra angeli e demoni non sta tanto nel loro aspetto ma dalla loro influenza sulle attività umane. In genere i demoni sono creature che cercano di deviare lo spirito umano verso gli interessi materiali, distraendolo da quelli spirituali, esattamente all’opposto degli Angeli.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento