Immersi in un mondo ipertecnologico è spesso facile per noi perdere il contatto con la nostra parte spirituale. La società moderna sembra ormai scissa in due fronti opposti: da un lato troviamo quelle persone che fermamente rifiutano di credere in “qualcosa” di superiore e soprannaturale, dall’altro invece quelle che credono in entità spirituali superiori; gli Angeli, la Madonna e i Santi sono, da moltissimo tempo, oggetto di profonda devozione da parte di tantissime persone.

Per chi crede, l’esistenza di queste entità superiori è quasi scontata; ma ci sono quelle persone che, pur non essendo totalmente scettiche, si pongono comunque domande sull’effettiva esistenza di esse. Domande come “Gli angeli esistono davvero?” o “Esistono prove dell’esistenza di Dio?”, e altre simili, sono quelle che tante persone si fanno nel corso della vita e per i motivi più vari: sconforto, ricerca spirituale oppure per semplice curiosità; ecco la foto degli angeli più famosa.

Papa:”Gli Angeli esistono e vegliano su di noi”

Esistono prove sull'esistenza degli angeli?

Indagare sull’esistenza di Dio è una cosa che sacerdoti, filosofi, letterati, artisti e persino matematici hanno cercato di fare fin dai tempi antichi. In questo articolo però ci si soffermerà esclusivamente sulla prova dell’esistenza degli Angeli.

Nel 2011 papa Benedetto XVI prima dell’Angelus disse ai fedeli presenti in piazza San Pietro:

“Dall’inizio fino all’ora della morte, la vita umana è circondata dalla loro incessante protezione..  gli angeli esistono e la Chiesa li venera quali custodi, cioè ministri della divina premura per ogni uomo.. il Signore è sempre vicino e operante nella storia dell’umanità e ci accompagna anche con la singolare presenza dei suoi Angeli”

Perchè dovremmo credere alla loro esitenza?

 

Se noi consideriamo seriamente il Vangelo è lo stesso Gesù che ne afferma l’esistenza. Inoltre ne spiega la natura descrivendoli come “esseri spirituali”, perpetuamente al cospetto di Dio ma anche incaricati di guidare gli uomini verso il giusto cammino. Nel Vangelo Gesù dice:

“Guardatevi dal disprezzare uno solo di questi piccoli, perché vi dico che i loro angeli nel cielo vedono la faccia del Padre mio che è nei cieli”

Nella Bibbia la parola Angelo, che significa “messaggero”, è citata almeno quattrocento volte in riferimento sia a messaggeri umani sia, soprattutto, a messaggeri spirituali.

Tra gli esempi i tre angeli che apparvero a Sara alla moglie di Abramo, gli angeli che comunicarono a Lot l’imminente distruzione di Sodoma e Gomorra o l’angelo annunziatore che annunciò alla Vergine Maria il concepimento di Gesù.

La verità è nel nostro cuore

Chiaramente gli scettici smontano ogni ipotesi a favore poichè non credono a forze soprannaturali di qualsiasi genere;  trovare prove certe, dimostrabili scientificamente, sull’esistenza degli angeli è una cosa veramente difficile, poichè essi agiscono sulla nostra realtà in maniera impercettibile anche se concreta.

Sono proprio loro che vogliono così, vogliono che sia ognuno di noi a trovare la verità nel suo cuore, senza fare come San Tommaso con Gesù, ma cercando le prove della loro esistenza nel vivere quotidiano, connetendoci alla nostra parte spirituale e cercando la loro presenza.

Dio vuole questo da noi: ci lascia liberi di credere o non credere, ma in ogni caso cerca comunque di lanciare dei segnali a noi tutti; segnali che, se colti, ci spalancano le porte a un mondo più vasto.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento