Gli Angeli Custodi ed il loro ruoloGli Angeli Custodi, secondo moltissimi maestri e studiosi di angelologia, sono i nostri eterni accompagnatori durante il nostro personale percorso di vita, rimanendo accanto a noi in qualsiasi momento e proteggendoci o aiutandoci in determinate situazioni.

Quando però diciamo che gli Angeli Custodi sono i nostri guardiani, consiglieri e protettori, cosa intendiamo veramente? Che sono un’entità non fisica in grado di cambiare o determinare gli eventi, o una sorta di energia dentro e fuori noi che può determinare qualcosa a noi intrinseco?

Gli Angeli Custodi: la loro natura e la loro missione

In molte parti del mondo occidentale, Italia non esclusa, già da piccoli ai bambini viene insegnato a rivolgere preghiere nelle quali i protagonisti sono gli Angeli Custodi, al fine che questi possano vegliare sulla vita e la crescita dei piccoli; ma chi sono gli angeli e cosa fanno?

Chi non abbandona tale abitudine, però, una volta giunto nella sfera adulta si chiede: ma queste entità cosa fanno esattamente? Domanda molto lecita in quanto, se veramente gli Angeli Custodi proteggono gli esseri umani, come mai incidenti, malattie ed episodi spiacevoli sono all’ordine del giorno?

Questo perché la concezione di tali spiriti è molto rudimentale e legata all’aspetto proselitico del culto. Infatti, in realtà, gli Angeli Custodi vigilano sull’essere umano e comunicano con lui, se quest’ultimo ne è in grado, in una maniera leggermente diversa da quella immaginata comunemente.

Essendo energia, essi di fatto non evitano le esperienze spiacevoli all’uomo, fanno in modo che l’uomo stesso tenti di evitarle oppure, nella maggior parte dei casi, forniscono il coraggio e la forza per rialzarsi dopo un pesantissimo ostacolo incontrato sul nostro percorso di vita.

La vita, infatti, come tutti ben sanno, è fatta di un apparente bipolarismo, dove alla salute è contrapposta la malattia, alla vita la morte, alla gioia il dolore. Ciò non si può evitare perché fa parte dell’ordine universale dell’universo, il Dharma come lo chiamano gli indiani.

Però, grazie all’aiuto ed alla comunicazione con gli Angeli Custodi, ecco che l’essere umano può affrontare con convinzione e grande spirito ogni esperienza della vita, facendo in modo che nulla, o quasi, possa distruggerlo internamente.

Quanti purtroppo non si riprendono da gravi lutti o affrontano dolorose malattie impregnati di paura? Sentimenti più che normali ed assolutamente naturali, i quali però possono uccidere l’uomo nel suo spirito, molto prima che sopraggiunga la morte fisica.

L’istinto a vivere e non sopravvivere

Gli Angeli CustodiCosì, psicologicamente parlando, gli Angeli Custodi possono essere visti come una rappresentazione metafisica del nostro istinto a vivere, contrapposto alla mera ed insensata sopravvivenza. Essi sono la voce che ci conforta nel momento del dolore e ci invita a superare quest’ultimo, divenendo di fatto più forti.

Abbiamo così delucidato il ruolo che queste essenze ancestrali hanno nella nostra vita, ma una domanda rimane ancora: perché gli Angeli Custodi si interessano a noi?

In realtà, tale domanda, ha una risposta alquanto semplice, ma ardua da delineare. Essi, secondo molti maestri e sapienti, non è che si interessano a noi, ma sono legati a noi inscindibilmente, essendo di fatto come obbligati a coesistere con noi. Ovvero, se noi non siamo nulla senza di loro, la cosa è di certo reciproca.

Infatti, alcuni, sostengono anche come gli Angeli Custodi non siano altro che la nostra parte non fisica, colei che scelse il nostro corpo per incarnarsi, solo che la nostra psiche non è in grado di ricordarsene.

7 Commenti

Lascia un commento
  • Giulietta Angori

    Nel 2015 ho deciso di fare le supplenze nelle scuole. Ho lasciato un lavoro che non mi piaceva ma sicuro per l incertezza. La paura mi aveva fatto rimandare questa decisione….ma ogni volta che doveva arrivare una chiamata da una scuola vedevo dei lampi di luce vicino alle porte o alle finestre…ho cominciato a pensare che fossero gli angeli che mi dicevano di seguire quella strada. E cosi ho preso coraggio . Adesso sono felice anche se con meno certezze. I lampi di luce sono cessati. Grazie

    Rispondi
  • Sergio

    Buongiorno
    Sono molto interessato all’argomento, specialmente se viene trattato in modo serio e si concentra su come si possa entrare in contatto con il proprio spirito guida.
    Sergio

    Rispondi
  • Maria Madonia

    Buongiorno l’articolo appena letto fa intravedere un aspetto trascendentale che coesiste con il bisogno di superare il nostro limite di umanità. Nello stesso tempo per me che sono una credente l’articolo da una buona conoscenza di come il nostro angelo custode veglia su di noi con la nostra collaborazione. Inoltre è molto interessante coniugare l azione benefica e di protezione con la naturale tendenza di ogni essere umano alla sopravvivenza. Insomma il divino che integra e coadiuva l umano

    Rispondi
  • claudio

    molto interessante !!! Grazie

    Rispondi
    • Tiziana Concas

      Un gosho buddista parla che alla nostra nascita siamo seguiti da due spiriti che si chiamano stessa nascita e stesso nome e riportano all universo pensieri parole e azioni che compiamo…curioso no?

  • Andrea

    Bellissimo post Italo, sento che non sia causale ma legato a DEVA XP chissà se é così …. bhe non vedo l’ora di scoprirlo.
    Altro punto : gli Angeli , come l’Anima, non hanno sesso . E Lucifero significa portatore di luce … portatore di ‘illuminazione ‘ ? E se male e bene fossero solo un’illusione che viviamo su questa Terra o dimenzione 3D ? E se in realtà al nostro livello superiore non esistono più? Spero che queste domande possano stuzzicare in te ‘qualcosa’ di non definito ( per il momento) . Amore É unità.

    Rispondi
  • rossella

    Da anni, l’argomento deglii angeli mi ha sempre affascinato e per questo ho letto molti libri, e ascoltato diverse persone “,famose”, che dicono di comunicare con gli esseri di luce. Penso che molte di loro siano interessate solo al business, e fama. Poco credibili. Sono veramente rare le persone serie, e sicuramente non si mettono in mostra.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento