I nomi degli angeli sono la diretta conseguenza dello sviluppo dell’angelologia, un vero e proprio culto di queste creature originatosi a Girona all’interno della scuola di Cabala frequentata da alcuni studiosi di religione ebraica.

In seguito allo studio delle simbologie dell’ebraismo e delle antiche tradizioni bibliche, questi studiosi hanno dato vita in totale a 72 nomi di angeli permettendo, così, l’origine di una prima vera loro classificazione.

Indicazioni generali sui nomi degli angeli

Una lista di nomi angeliciI nomi degli angeli, secondo la tradizione ebraica, tendono a essere formati da 3 lettere accompagnate dai suffissi iah, iel oppure ael.

Questi suffissi indicano a loro volta i nomi delle gerarchie di appartenenza dei rispettivi angeli.

I nomi degli angeli individuati dagli studiosi della scuola di Cabala di Girona hanno un’altra particolarità: ogni nome reca al suo interno una caratteristica divina che rappresenta un po’ l’anima dell’angelo stesso.

Questa caratteristica viene da lui incessantemente cantata e lodata perché gli permette di testimoniare la grandezza di Dio e, allo stesso tempo, viene automaticamente tramandata ai bambini che nascono nei giorni retti dai rispettivi angeli custodi.

La lista con i nomi angelici

Ecco, quindi, una breve lista di nomi di angeli con, ove possibile, la traduzione in italiano e la spiegazione del significato:

Il significato dei nomi angelici

  1. Mikael (Michele): è uno degli Arcangeli e il suo nome significa “Simile a Dio”;
  2. Nathanael (Nataniele o Natanaele): fa parte dei Serafini, significa “Dono di Dio”;
  3. Raziel (Rasaele): appartiene ai Cherubini e il suo nome significa “Segreto di Dio”;
  4. Yeiayel: fa parte dei Troni e il suo nome significa “La destra di Dio”;
  5. Raphael (Raffaele): il significato del nome è “Dio guarisce” e questo angelo fa parte degli Arcangeli;
  6. Gavriel (Gabriele): anche lui è uno degli Arcangeli ma il suo nome significa “Dio è forte”;
  7. Uriel (Uriele): il suo nome significa “Luce di Dio” e al pari di alcuni dei precedenti angeli fa parte della categoria degli Arcangeli;
  8. Ananchel: fa parte dei Cherubini e il suo nome significa “Grazia di Dio”;
  9. Helel: secondo la tradizione ebraica faceva parte dei Serafini prima della sua ribellione a Dio. Da quel momento viene comunemente chiamato Satana o Lucifero e il significato del suo nome è “Portatore di luce”.

Come si può notare, in italiano i nomi degli angeli tradotti tendono a terminare tutti con “ele”, una sillaba in stretta relazione con il suffisso di lingua ebraica “el” traducibile con “Dio”.

Alcuni nomi degli angeli oggi vengono comunemente utilizzati per i nuovi nati un’usanza che è probabilmente in relazione con il loro significato e le caratteristiche divine che si spera il piccolo possa ricevere in dono.

1 Commento

Lascia un commento
  • angelo

    Contesto interessante e trattato in modo chiaro e conciso.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento