migliorare l' autostima bassa ecco comeIn quest’ articolo, ci occuperemo di valutare in modo ulteriormente alternativo, il concetto di aumentare l’ autostima bassa, e la possibilita’ di poter attuare questa prospettiva.  Partiamo dal presupposto che l’ autostima rappresenta l’ unita’  di misura cognitiva ed emozionale che ci permette di auto-valutarci.

Il problema dell’ autostima bassa, nasce quando mettiamo a confronto la nostra percezione attuale e le nostre aspettative in merito, che spesso e volentieri non coincidono affatto.

Oltre a tale principio, dobbiamo considerare la nostra percezione personale come un elemento spesso falsato per difetto, e di conseguenza tale affermazione ci permette di capire che tendiamo sempre piu’ ad allontanarci dal nostro se’ ideale.  Questi elementi, risultano essere piu’ in vista nel momento in cui ci rapportiamo nella sfera privata o nella sfera lavorativa.

Sicuramente il primo elemento di valutazione campione attendibile, deve essere dato da persone che riteniamo affidabili (familiari, amici stretti, etc.) che in modo reale e veritiero riusciranno a dimostrarci quanto valiamo realmente e quali aspetti di noi andrebbero rivalutati o leggermente modificati. In tal senso, riuscire a raggiungere un buon livello di autostima permette di affrontare meglio la vita quotidiana.

Alcuni consigli per evitare l’ autostima bassa

I consigli che riguardano la capacita’ di migliorare la propria autostima, si caratterizzano per appartenere a 2 tipologie:

1) Riguardo agli elementi soggettivi, essi rappresentano quanto possiamo fare per noi stessi, come per esempio mutare il proprio punto di vista pessimistico con un corrispettivo inverso di tipo ottimistico, ovvero partire dal presupposto di riuscire in un determinato lavoro o attivita’, imparare a conoscere se stessi mediante una auto valutazione attendibile attraverso la stesura di un diario quotidiano o un testo comparativo per confrontare nel tempo tutti i nostri progressi oppure gli elementi da migliorare in maniera ulteriore. Infine la cura del corpo (attivita’ fisica, abbigliamento adatto, etc.) senza ovviamente esagerare rappresenta un ulteriore aspetto da non sottovalutare.

2) Riguardo agli elementi oggettivi, essi rappresentano i comportamenti ed atteggiamenti da mantenere nel contesto di riferimento, quali ad esempio un atteggiamento positivo e sorridente, imparare a saper dire di no (a vantaggio della propria autorevolezza), riconoscendo quelle situazioni per cui si e’ impossibilitati oppure in riferimento ad un atteggiamento scorretto nei nostri confronti (che non si cada nella vendetta, tuttavia), e porsi degli obiettivi da raggiungere nel tempo in modo costante ed equilibrato.

L’ autostima in termini semplici

 

la strada per migliorare l' autostima Avere un adeguato livello di autostima significa aver fiducia delle proprie risorse, e riuscire ad utilizzarle al meglio, senza eccessive pretese o traguardi impossibili.

Si tratta di percorrere una strada in maniera costante e graduale, senza esagerazioni, o evitando di fermarsi troppe volte. L’ autostima significa in primo luogo accettare di buon grado cio’ che si e’, non cio’ che si vorrebbe essere.

La sicurezza nelle proprie capacità ci porta a vivere meglio anche i rapporti con l’altro sesso, leggi la fiducia in se stessi nei rapporti con le donne.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento