Spesso ci lamentiamo perché pensiamo che tutto vada per il verso sbagliato, che sia colpa di un destino avverso, e che comunque a noi non poteva che andare in quel modo perché siam soliti ripetere dei copioni fallimentari, ma si tratta solo di un problema di bassa autostima.

Questo per natura, per esperienza, per sfortuna che non riusciamo a staccarci di dosso.

Nulla di più sbagliato, anche perchè la bassa autostima e l’infelicità sono correlate.

Simili pensieri non fanno altro che alimentare una concezione di noi stessi molto negativa, quindi determinano una bassa autostima.

aumentare autostima bassa

Avere certe idee in testa influenza il nostro modo di essere nel mondo, il nostro rapporto con gli altri, la visione che abbiamo di noi stessi in maniera negativa e affatto costruttiva.

Una bassa autostima finisce per alimentare un malessere e autoalimentarsi.

Questo secondo caso è ovvio, in quanto i pensieri vengono da noi stessi per noi stessi, nel caso di alimentare si intende invece andare ad accrescere un vero senso di disagio, inadattamento, squilibrio, ansia, paura, desiderio di fuga dalle responsabilità, tutti atteggiamenti e sensazioni che possono portare ad assumere anche comportamenti depressivi.

Quando l’autostima è bassa va migliorata e si può fare!

 

Non si tratta di sconvolgere la propria esistenza, i passi sono semplici ma saranno propri i risultati del lavoro su sé stessi che inevitabilmente avranno una ricaduta sorprendente sulla vita quotidiana.

Non va bene avere una bassa autostima, se così è non si riuscirà ad avere una vita serena.

Eppure trovare la felicità e l’equilibrio quotidiani sono obiettivi fondamentali.

Dunque occorre agire, in maniera semplice e diretta ma consapevole.

Innanzitutto bisogna imparare ad ascoltarsi e conoscere le proprie esigenze e desideri.

Il concetto di base da eliminare è che i pensieri degli altri siano sempre più importanti e vincenti dei nostri, abbiano maggiore importanza, questo non è vero.

 

aumentare autostima bassa

Ognuno ha un valore nella vita del mondo e ciascun singolo deve imparare a riconoscere ed accettare il proprio, se vuole eliminare la bassa autostima che lo blocca.

Con questo si intende che bisogna sapere ammettere i propri limiti ma riconoscere anche i propri pregi, senza sminuire la situazione a proprio sfavore, solo per avvicinarsi agli altri o farsi accettare dal’esterno.

In secondo luogo bisogna fissarsi degli obiettivi che siano compatibili con le proprie caratteristiche altrimenti il fallimento è già in partenza e questo non è mai opportuno.

Inoltre un’esperienza anche negativa e fallimentare che sia non deve essere vista come di totale responsabilità personale in maniera ineluttabile, probabilmente anche altre variabili sono entrate in gioco, oltre a noi stessi.

Credere di farcela, nel rispetto delle proprie caratteristiche è fondamentale, altrimenti si ha un giudizio e una visione alterati della realtà e si vive con un’ autostima bassa.

Dare effettivo valore alla propria persona e personalità, senza dover a tutti i costi ottenere il riconoscimento esterno ma avvalendosi degli altri per crescere, questo migliora un’autostima bassa.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento