Il sentimento di autostima riguarda la percezione che abbiamo di noi stessi e ciò che vorremmo essere. Focalizziamo l’autostima quindi  in diversi aspetti della nostra vita: autostima nello sport, autostima sul lavoro, autostima in famiglia, ecc.

L’autostima nello sport é fondamentaleL'importanza dell'autostima nello Sport

In questo articolo punteremo la nostra attenzione all’ambito sportivo, mezzo fondamentale per avere fiducia in sé. Avere autostima nello sport consente all’atleta di dare il massimo impegno e di effettuare buone prestazioni a lungo termine. Se l’obiettivo che ci si pone è realistico, questo può sicuramente portare ad un miglioramento della performance e ad accrescere la propria soddisfazione personale nel raggiungimento della metà prefissata.

Se invece nello sport si è insicuro e non si ha fiducia in sé, sicuramente la sconfitta sarà più temuta ed anche più vicina.

Risentire di una mancanza di fiducia in se stessi è il maggior ostacolo che un campione può trovare sulla sua strada in quanto gli impedisce di raggiungere il massimo della sua prestazione. Se si vogliono superare i propri limiti, è necessario prima rimuovere le barriere creata da una bassa autostima.

Per i ragazzi e i bambini, avere autostima nello sport, può essere fondamentale per non soffrire poi da adulto di mancanza di stima. Non abbandonare la pratica sportiva può essere un fattore di notevole importanza in questo.

Nello sport l’autostima deriva principalmente da alcuni aspetti fondamentali:

Ti aiuta a socializzare con gli altri e a far parte di un gruppo; ti fa ricercare un benessere fisico e ti fa curare l’aspetto; ti fa frequentare un ambiente diverso da quello scolastico, lavorativo o famigliare; ti fa provare divertimento; ti fa realizzare attraverso il successo sportivo competendo con gli altri.

Dai campioni di varie attività sportive possiamo carpire un insegnamento fondamentale: l’atleta di successo non gareggia per dimostrare a sé stesso di essere superiore, ma gareggia per rendersi consapevole di chi è lui veramente e quali scopi vuole raggiungere. Questo gli fa comprende ed accettare quale sono le sue potenzialità, ma sopratutto i suoi limiti.

Se un campione ha fiducia in sé stesso

Se un campione ha fiducia in sé stesso e in quello che potrebbe fare, allora accrescerà le sue possibilità di successo senza dover cercare all’esterno approvazione e soddisfazione.

L’autostima nella sport verrà sviluppata se ti concedi una possibilità di vittoria prima che la gara inizi, se ti concedi un premio che ti fa stare bene ogni volta che migliori una tua prestazione, se non pensi che gli altri sono più forti di te, se ti concentri sulle qualità che possiedi e che potranno battere l’avversario (senza però ignorare la sua importanza), se ti fidi di te stesso in ogni momento della gara o dell’allenamento per cercare di resistere alla fatica. I campione e l'autostima nello sport

Focalizziamoci un attimo sull’autostima competitiva: ci sono molti grandi atleti che sono perfetti durante le sessioni di allenamento ottenendo ottime prestazioni, ma che durante una gara importante non ottengono gli stessi risultati. Oltre ad avere fiducia in sé normalmente, un campione deve avere fiducia in sé anche quando sta gareggiando. La fiducia competitiva non si costruisce da un giorno all’altro, ma è qualcosa che viene sviluppata dopo diversi anni di pratica e dopo aver ottenuto diversi successi, e che riesce a resistere ad elevati livelli di stress e competizione.

I campioni sono campioni in quanto credono fortemente in sé stessi. Avere un forte senso di fiducia in se stessi nello sport deriva dall’avere una immagine di sé positiva. L’autostima nello sport viene quindi incrementata da questi fattori.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento