ecco come affrontare l'autostima bassaAvere un’autostima bassa può influenzare significativamente una persona nel corso della propria esistenza. Infatti è stato appurato che le persone che hanno poca autostima diventano insicure, ansiose, e possono giungere a stati d’ansia generalizzati e depressione.

Tra le varie cause della mancanza di autostima possiamo trovare:

eventi traumatici: maltrattamenti, abbandono o giudizi troppo severi possono essere vissuti sia dal bambino che dall’adolescente in maniera prettamente negativa

componente sociale: è strettamente collegata all’ambiente familiare, sociale, culturale e all’educazione in cui il soggetto trascorre l’infanzia e l’adolescenza. Infatti è proprio dal trascorso dei genitori che il bambino potrebbe essere influenzato inconsciamente dagli atteggiamenti dei propri familiari. Ad esempio, spesso capita che alcuni genitori insicuri e insoddisfatti di se scarichino le proprie debolezze sui bambini. In questo modo non fanno altro che causare un senso di insicurezza da parte del piccino.

Nello stesso modo, genitori che da piccoli hanno ricevuto poco valore, sono portati inconsciamente a trasmettere al loro figlio poca stima di sé e delle sue potenzialità. Infatti un bambino con un’autostima bassa potrebbe diventare un adulto depresso; è invece fondamentale andare incontro fin da piccoli ad un processo di crescita personale, che porti al miglioramento della bassa autostima.

I sintomi che si avvertono quando una persona ha un’autostima bassa sono i seguenti:

Ansia cronica: si manifesta quando l’individuo non ha fiducia nelle proprie capacità e vive quindi in uno stato d’ansia che aumenta sempre di più nel momento in cui ci si trova di fronte a svariate prove come ad esempio un’interrogazione a scuola o  un esame.

Senso di autocritica: infatti il soggetto che ha poca stima di sé tende ad essere autocritico sulle azioni effettuate, non si sente all’altezza delle situazioni circostanti, e molto spesso tende ad essere ossessionato dal giudizio degli altri. In questo modo la sua scelta viena fatta al fine di compiacere gli altri anziché se stesso, arrivando a forme di ossessione molto gravi.

Invidia verso gli altri: i soggetti che hanno un’autostima bassa, tendono ad invidiare gli altri per i loro successi lavorativi, personali.

Sintomi fisici: a volte possono insorgere delle manifestazioni fisiche quali, tachicardie, tremore, balbuzie, rossore e sudorazione.

Per tale motivo è fondamentale trovare i giusti rimedi per risolvere questo problema.

 

ecco i giusti rimedi per migliorare l'autostimaPer prima cosa è fondamentale accettare i propri fallimenti e le proprie delusioni pensando che sono soltanto dei momenti passeggeri.

Imparare ad esprimere il proprio punto di vista anche se può essere diverso dagli altri senza lasciarsi scoraggiare dalle opinioni altrui;

Inoltre, porsi obiettivi da raggiungere deve diventare una priorità assoluta;
Se non si riesce a farcela da soli, allora in questo caso consiglio vivamente di rivolgersi ad uno specialista che sarà in grado di aiutare tutti coloro che soffrono di  autostima bassa.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento