Qualche giorno fa  mi trovavo per l’ennesima volta a lottare.
A lottare con le incomprensioni, con le persone con cui collaboro, a lottare con i miei corsi che non si sa mai se partono fino all’ultimo, a lottare con mille impedimenti..

Al termine dell’ennesima giornata di lotta, stremato, mi sono fermato, ho ripassato mentalmente questi ultimi anni di lotte continue e di tentate conquiste.. ed ho avuto la netta sensazione di aver ricevuto un dono.

 Ho avuto un altro Momento Quantico della mia esistenza (il secondo). Ho sentito sciogliersi dentro di me tutta questa tensione emotiva, ho sentito qualcosa che fluiva. Mi sono abbandonato ed ho avuto la certezza che queste lotte infinite fossero legate al mio ego.
Un ego ipertrofico, ingombrante, sempre presente. Le lotte stavano per terminare..

 Ho ripetuto mentalmente una frase potentissima:

così sia, così sia..
Prova anche tu a ripetere queste due parole: così sia, così sia..
Sembra quasi che l’Ego si sgonfi come un palloncino pieno di elio..Ci si sente più leggeri, senza un peso sullo stomaco o sulla schiena. Non che l’Ego sparisca, ma può nascere una nuova attitudine, differente..

Da quel Momento Quantico è iniziata una nuova versione di me stesso. Un Luigi Miano che fa quello che fa perchè vuole, desidera farlo da dentro sè stesso. Che promuove i corsi se vuole promuoverli. Che scrive perchè ispirato.
Un nuovo me stesso non “attaccato” ai risultati o quello che possano pensare gli altri. Posso piacerti o non piacerti, questo non è più affare mio, parla con il mio Ego (che per ora è in castigo).

Ho messo a pane ed acqua il mio ego perchè so quanto male mi abbia fatto. So che ha minato sempre la mia felicità.

Successo? Frutto dell’ego, fumo negli occhi, effimero e legato al nulla! Soldi, ego puro ego! Soddisfazioni, orgoglio, riconoscimento sociale: tutto fumo negli occhi. Tutte cose che possono sembrare legate alla felicità ma non hanno nulla a che spartire.

Quindi oggi rinasco nel ridimensionamento del mio ego. E la lotta è in corso..ancora lungi dall’essere terminata. Questa sarà la mia prossima tappa. Metterlo a tacere per sempre. Diffficile? Si. Impossibile? No, assolutamente no. Perchè quando comincerai a sperimentare la nuova vita senza l’inquilino ingombrante ti renderai conto di cose incredibili!!!

La lotta con l’ego avvicina alla nostra autenticità, ci avvicina a quello che realmente siamo. Ci permette di vivere il fluire delle cose assoporandole momento per momento. Avvicina all’essenza e ci fa aprire gli occhi su quanto ci sia di superfluo nella nostra vita. Tutto riacquista un sapore, come quando smettiamo di fumare e sentiamo i sapori del cibo. La vita ha più sapore. Termina una schiavitù che ci teneva legati..

Dovrò ancora fare tanta strada…in particolare con il “controllo” (altro terribile figlio dell’ego) che ancora mi assilla. Ma ti assicuro che oggi con questo Momento le cose hanno assunto un’altra dimensione e che nulla è più importante eccetto l’Amore per noi stessi e per gli altri. Nulla è indispensabile all’infuori di trovare noi stessi.

Così sia..così sia.

 

 

5 Commenti

Lascia un commento
  • Stefania

    Grazie, Luigi, la tua lezione aiuta a tornare ad una sana umiltà di base =)

    Rispondi
  • Claudio

    Ciao Luigi
    Assolutamente Bello
    Lo stesso capita a me, anche se a volte tra il dire ed il fare… ma concordo pienamente. Sempre ci arriva ciò che ci necessita quando ci predisponiamo senza paure a farcelo arrivare.
    Oggi è la seconda volta che mi aiuti ad ispirarmi e mi dai energia. Grazie.
    Con il cuore
    Claudio

    Rispondi
  • Luigi

    @Umberto

    mi rendo conto che questo non sia un post facile. Direi che è un post differente da quelli che scrivo abitualmente ma è differente la mia disposizione d’animo che è cambiata.
    Ho iniziato una nuova fase del percorso: questo perchè ho scoperto la portata e l’importanza del mio ego. E l’ho scoperto accidentalmente proprio in un momento di grande difficoltà e stanchezza.
    L’ego non può essere ignorato perchè è sempre all’erta. L’ego può essere tenuto a bada, gestito..non sempre questo è facile. Facci caso Umberto quando facciamo le cos con vera intensità e passione e ci perdiamo nel farle. Ossia quando non pensiamo a ni stessi..sono i momento più felici. bene questa condizione può essere una condizione permanente se cominciamo a fare tutto xcon questo spirito.

    Rispondi
  • Luca

    Fregarsene del giudizio degli altri…è uno dei pilastri dello sviluppo personale.

    Rispondi
  • Umberto

    Perdonami Luigi ma mentre leggevo il tuo articolo mi sono venute in mente alcune immagini del magnifico film “A beautiful mind”.
    Tu l’hai visto? Ti riferisci a qualcosa del genere quando parli della lotta contro il tuo ego? Pensi che ignorarlo completamente – come se non esistesse – possa essere una strada percorribile per essere felici?
    Ti faccio queste domande da profano, probabilmente ho capito poco o niente di quanto volevi dire :-)
    Ad ogni modo congratulazioni per la forza e la perseveranza che stai dimostrando nel voler vincere questo confronto.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento