La crescita personale è uno dei propositi fondamentali per il miglioramento dell’individuo: essa si nutre di esperienze personali, di dolorose delusioni, e importanti successi; ma soprattutto dona lezioni di vita indispensabili per il proprio bagaglio di esperienze. Le esperienze possono essere fatte in qualsiasi campo in cui l’individuo agisce, ma spesso quelle più cocenti sono legate al mondo del lavoro, nell’ambito del quale la crescita personale è molto importante.

Attualmente, la società sta subendo molti cambiamenti e, dal punto di vista lavorativo, riesce ad essere sempre più instabile. La paura che dopo anni di studi e sacrifici non si riesca ad assicurarsi un lavoro, oppure la quasi certezza di essere trattato al pari di qualche immeritevole; sono i timori che attanagliano i giovani della società moderna, ormai dubbiosi di una qualche possibilità di crescita personale.

Sorge spontaneo, dunque, chiedersi: qual’è il nesso tra il mondo del lavoro e la crescita personale? La risposta è semplice: il mondo del lavoro implica la crescita personale, e viceversa! Ovviamente, per essere avviati nel mondo del lavoro, c’è bisogno di un buon bagaglio personale, e questo lo si può costruire, o con una sinergica cooperazione con il lavoro stesso; oppure costruendo le proprie ambizioni ed esperienze in precedenza.

Crescere non è mai del tutto facile, perchè significherebbe ammettere a se stessi le proprie responsabilità, ma è possibile progredire contemporaneamente sia con il lavoro, ma anche a livello personale.

La concezione di lavoro ed il progresso interiore, in passato erano cose che andavano di pari passo! Basti pensare al motto benedettino “ora et labora”che coinciliava il duro lavoro con la crescita personale, in questo caso religiosa; affinchè l’individuo potesse comprendere il significato della vita fino in fondo.

Ecco, probabilmente i benedettini, per quanto possano essere ormai sorpassati, avevano capito che l’essenza della vita sta in tutto, e che essa porta al miglioramento interiore e non. Il lavoro presuppone principi cardini come la dedizione, e la volontà che bisogna imparare attraverso un accrescimento personale.

Crescita personale e fattori determinanti per raggiungerla

come aiutare la crescita personaleLa crescita personale influenza molto la quantità di “fattore umano” da mettere nel proprio lavoro. Qualsiasi tipo di esperienza dimostra all’individuo tre importanti componenti: la motivazione, la determinazione, e l’impegno. Tali indispensabili caratteristiche, non a caso, sono alla base del “perfetto lavoratore”.

La motivazione, che può provenire da se stessi, oppure può essere incentivata alla percezione altrui, è uno dei motivi per cui l’individuo persevera lungo la sua strada. Dal canto suo la determinazione, invece, è una qualità non indifferente che rende l’individuo sicuro di se; e il più delle volte sicuro verso gli ostacoli che incontra. E per concludere: l’impegno, ovvero la matrice di qualsiasi cosa!

Il lavoro si fonda sugli stessi principi di base di impegno, determinazione, e motivazione: ma dove è possibile reperire queste importanti capacità? Ovviamente la risposta è una, dalla crescita personale.

Chi non si è mai messo in gioco non potrà mai conoscere cos’è la determinazione, esattamente come chi non credendo in se stesso,vede passare davanti ai suoi occhi tutte le occasioni della sua vita, e tutto ciò a discapito della sua motivazione; ma soprattutto chi ha sempre ottenuto ciò che voleva senza il minimo sforzo non potrà mai conoscere l’impegno.

Ecco, questi sono tutti esempi di quanto prima detto, sono tutte esperienze fatte in modo poco costruttivo, perchè non hanno portato a nessun miglioramento dell’essere.

Conoscere il proprio valore, per crescere la propria autostima

 

come gestire questo aspettoLa vita nonstante dia lezioni molto dure, affinchè il proprio bagaglio cresca, non sempre da la possibilità di far esibire ciò che si è appreso. E’ il caso di molti giovani che, inorriditi dall’idea di fallire, e che tutti i loro sacrifici di anni di studio possano essere vanificati, preferiscono orientarsi verso soluzioni più semplici.

Ovviamente, in un periodo di crisi economica come questo, ci si deve rendere conto che c’è davvero poco spazio per la “selezione dei lavori”. E’ indispensabile, però, tenere sempre a mente il proprio valore, affinchè nessuno si possa approfittare delle vostre qualità; ed questo è uno dei tanti motivi per cui la crescita personale è così importante.

La determinazione e la caparbietà sono qualità indispensabili alle quali nessuno deve attentare. Nella società moderna vi sono molti giovani, i cui entusiami sono stati smorzati a causa di problemi esterni alla loro persona, di conseguenza è vero che non sempre nella vita, si riesce a fare ciò che piace fare; ma bisogna metterci comunque passione e dedizione, non dimenticando mai i propri diritti e doveri, sia lavorativi che verso se stessi.

La crescita personale, dunque, induce alla consapevolezza delle proprie capacità e, con il tempo, ad una propria autocritica lavorativa; affinchè il lavoro progredisca ma soprattutto, che ci sia un aumento della professionalità.

In conclusione, bisogna ammettere che c’è un confine sottile tra la progressione e regressione, tra la crescita ed il “rinvio alla fase precedente”; tutti gestiti dalla casualità e dall’imprevedibilità della vita.

Vi è, però, una grande sinergia tra il miglioramento professionale, ed il miglioramento personale, dal momento che sono come due facce della stessa medaglia, e di conseguenza l’una include l’altra. In tutti i casi, non c’è da sottovalutare gli effetti che portano questo tipo di esperienze all’individuo, cioè una sana crescita personale.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento