Essere sicuri di se’ nella vita spesso e’ una potenzialita’ non facile da raggiungere o da mantenere, spesso si tratta soltanto di una sorta di scorza per difendersi dagli attacchi esterni. Tuttavia l’ unico modo per poter affermare di essere sicuri di se’ permette di poter raggiungere in modo reale quanto ci siamo proposti di fare.

La capacita’ di essere sicuri di se’  non e’ sicuramente sinonimo di sopravvalutare le proprie potenzialita’, ma diversamente riuscire a autovalutarsi in maniera oggettiva, riconoscendo i propri punti di forza e debolezza.  Solo in tal modo e’ possibile migliorarsi.   

La sicurezza nelle proprie capacità ci porta ad intraprendere un percorso di crescita personale che è molto importante per la nostra felicità!

3 modi per essere sicuri di se’ nella vita

come sentirsi più sicuri di sè stessiImparare a valorizzare sè stessi.  Imparare ad essere sicuri di sè, prevede la consapevolezza di riuscire ad autoanalizzarsi. Soltanto dopo aver intrapreso questo percorso potremmo essere in grado di classificare i nostri aspetti positivi e quelli da migliorare.

Il miglioramento, puo’ avvenire soltanto se abbiamo acquisito un adeguato livello di autostima, cioe’ aver acquisito stima per noi stessi.  In tal senso, dobbiamo ripercorrere e rendere chiaro tutto il nostro vissuto, evidenziando tutte le occasioni nelle quali siamo riusciti in qualcosa, tenendo bene a mente tali momenti.

Sebbene si tende ad autosvalutarsi ( spesso retaggio tipico di alcune culture ), dobbiamo riuscire a individuare i successi ed il campo di riferimento di questi ultimi. Individuati questi aspetti, occorre riuscire a stabilire dei punti fermi sui quali partire, e pensare solo in un secondo momento ai propri difetti, ai quali ci si pensera’ in seguito.

Sfruttare positivamente le critiche. I nostri limiti, di natura fisica o di tipo caratteriale, oppure ancora quei momenti critici nei quali siamo chiamati a reagire e darci da fare, sono da considerare come elementi dalla molteplice utilita’ pratica. Queste occasioni rappresentano un momento di sconforto e difficolta’ per chi ha una bassa autostima di se’, diversamente per chi ha un livello di autostima adeguato rappresentano una sfida per dimostrare a se’ stessi e agli altri che e’ possibile farcela.

Nel caso ad esempio di una critica o di una determinata situazione, occorre in primo luogo accertarsi che si tratti realmente di un qualcosa di reale e plausibile, chiedendo consiglio a qualcuno di nostra fiducia.  In tal senso, la reazione migliore consiste nel trarre insegnamento da quel contesto, riuscendo a migliorarsi ed a trovare una valida soluzione alla problematica.

 

Migliorare il rapporto con gli altri.  Un basso livello di autostima diminuiscono la capacita’ di rapportarsi agli altri. La motivazione di quanto espresso risiede nella paura di confrontarsi con il prossimo, pensando erroneamente che si e’ imperfetti, se rapportati agli altri.

E’ bene quindi, ma in modo del tutto personale riuscire oggettivamente ad individuare negli altri alcuni difetti sia di tipo fisico che caratteriale. In tal senso potremmo sicuramente capire come ognuno di noi ha limiti, insicurezze, lati negativi, in maniera da dimostrare che nessuno e’ perfetto.  Attenzione, non bisogna tuttavia enfatizzare tale principio, per cui i limiti dell’ altro rappresentano la mia sicurezza personale.

Tale modo di pensare e’ tipico di soggetti fortemente insicuri, che tendono a costruire la propria sicurezza facendo notare fortemente i difetti altrui. In tal senso questi soggetti vanno nel limite del possibile allontanati oppure semplicemente resi inoffensivi giocando d’ astuzia nei loro confronti.

 

Le potenzialita’ di ognuno

 

le potenzialita' per migliorare la propria sicurezza Nella vita, spesso entriamo in contatto con persone che non hanno doti particolari di natura fisica o intellettuale, oppure soggetti che al contrario possiedono spiccate potenzialita’ fisiche o mentali.

Si assiste spesso al successo della prima categoria ed alla messa in ombra della seconda.  In tal senso allora, i primi conoscendo bene i propri limiti lavorano in modo da massimizzare i loro punti a favore.

Diversamente i secondi, adagiati sugli allori si sforzano poco per massimizzare le proprie potenzialita’.  Ecco dimostrato come il livello di autostima a prescindere puo’ riuscire a fare la differenza.

 

 

 

 

 

 

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento