La persona con un’autostima bassa o addirittura nulla, vive in una condizione di totale diniego con se stesso, quando invece è fondamentale per una vita appagante avere fiducia in se stessi.

Dal momento che non ha nessuna conoscenza di se stesso, chi ha bassa autostima fatica ad affermarsi, poiché non conosce nè i suoi limiti nè i suoi punti di forza.

A quel punto fidarsi di se stessi diventa molto più complicato, perchè a volte è come se si avesse a che fare con un estraneo.

Esercizi autostima: conoscere se stessiPiù ci si conosce più ci si stima

. Come reagisco quando sono intimidito? E quando sono arrabbiato?

. Che cosa trovano di particolare in me le altre persone?

. Quali sono le mie migliori qualità? E i miei peggior difetti?

. Di cosa ho paura? E di cosa sono più orgoglioso?

. Mi piace lo sport? Quante ore passo sdraiato sul letto o nel divano?

. Quando cammino per strada mi preoccupa ciò che gli altri pensano di me?

. Sorrido spesso?

. La mia casa è arredata secondo i miei gusti?

. Cosa mi differenzia dagli altri? Che talenti ho?

. Qual’è la qualità più grande che possiedo?

. Che cosa mi piace di più del mio aspetto fisico?

. Che cosa mi piace del mio lavoro?

. Possiedo senso dell’umorismo?

. Qual’è il soprannome più carino che mi è stato dato?

Una persona che non si interessa assolutamente a ciò che è avrà dato una rapida occhiata a queste domande, chi si conosce bene mentre avrà risposto con facilità. La conoscenza che abbiamo di noi è la somma di tutti i nostri mi piace e non mi piace, di sogni, abitudini, ideali, principi ed esperienze che ci hanno trasformato.

Se ci conosciamo meglio siamo più in contatto con la vera parte di noi stessi e a questo punto è più facile che anche la nostra autostima abbia raggiunto un livello elevato, dandoci la spinta di buttarci su le occasioni migliori per la nostra crescita.

Quando ci si arriva a conoscere di più è più facile ridere dei propri difetti, parlare di se stessi o scegliere le attività verso cui siamo più portati. Siamo più aperti all’altro e al mondo.

Il nostro aumentato livello di autostima ci porta a non far più finta di essere qualcuno perchè capiamo che siamo già qualcuno, e pure qualcuno di interessante.

Conosciuti noi stessi ci accorgiamo come quando avevamo bassa autostima eravamo arrivati a dimenticarci di noi, a metterci da parte e non a rispettarsi e ad amarsi come una persona che ha raggiunto una grande autostima e conoscenza di sè.

Il migliore esercizio in assoluto per l’autostima: l’autoimmagineautostima e immagine di sè

L’autoimmagine è l’immagine che ognuno di noi ha di se stesso ed è ovviamente collegata a i nostri livelli di autostima.

L’immagine che si ha di sè non è uguale a quella che gli altri hanno di noi o a quella che può riflettere uno specchio (basti pensare a tutte quelle persone che si vedono molto più grasse di quello che effettivamente sono).

Le persone con una grande autostima tendono a vedersi belli, perfino più belli di quello che sono in realtà, viceversa quelli con una scarsa autostima.

Una buona immagine di sè aiuta quindi a rafforzare l’autostima:

Come in una tecnica di visualizzazione,visualizziamo l’immagine che abbiamo di noi stessi, ma modificandola un pò, rendiamola magari più bella, che sorride, aperta al mondo. Immergiamoci dentro questa nuova immagine come a provare le sensazioni create.

Continuiamo immaginandoci un altro io ma ancora più felice, sorridente, sicuro di se. Immergiamoci nuovamente in questa immagine, provando ciò che prova lei, guardando il mondo come lo guarda lei.

Fare questo esercizio ogni giorno, più volte a giorno, ci porterà gradualmente a migliorare l’immagine che abbiamo di noi stessi e a beneficiarne sarà la nostra autostima.

1 Commento

Lascia un commento
  • cp

    ho letto l’articolo, molto interessante, ma ho una domanda da porre, dovuta sicuramente alla mia autostima quasi nulla:
    ma l’esercizio quotidiano di visualizzazione “positiva” non è semplicemente autoconvincimento, un’ illusione?

    se io mi vedo pessima, piena di difetti, come faccio ad acquisire una buona immagine di me stessa?.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento