Mini training autostima Il concetto della percezione che si ha di se stesso, viene ottimamente affrontato da una serie di corsi autostima pratici, operati da psicoterapeuti e operatori del settore, al fine di poter apportare sensibili miglioramenti alla percezione individuale di ognuno.

Anche in ambito lavorativo, esistono tali corsi autostima, con argomentazione ampia e sicuro beneficio per chi li segue.  Scopo di quest’ articolo consiste nel riuscire a fornire alcuni brevi consigli sull’ autostima, potendo creare una sorte di mini percorso formativo apposito.

Ma che cosa è l’autostima? Si tratta, possiamo dire, del modo in cui percepiamo le nostre capacità, ed è per questo che il bagaglio di vita che ci portiamo sulle spalle può incidere pesantemente su questo aspetto; autostima ed esperienze vissute, quale nesso?

Corsi autostima: ecco un mini training

Iniziamo dal primo punto, che riguarda la corretta gestione qualitativa del tempo. Occorre infatti definire degli obiettivi, le condizioni di partenza, le azioni da compiere, ed i risultati che ci si prefigge. Fare questo significa categoricamente concentrarsi sul presente, costruendo il futuro, mattone su mattone.

Il passato deve servire soltanto come l’ esperienza e la sicurezza, nell’ affrontare la realtà attuale. Occorre pertanto evitare di rimandare, per scongiurare l’ eventualità di perdere la propria autorevolezza agli occhi degli altri, e perdere sopratutto la stima di sè stessi.

Il secondo aspetto riguarda il superare un limite, una paura, un timore. Quest’ ultimo in genere rappresenta una costruzione mentale, un elemento proveniente dal proprio retroterra culturale o dettato dal giudizio degli altri. I timori possono rappresentare l’ occasione utile per una sfida utile alla propria crescita personale.

L’ autostima e’ strettamente legata al concetto di fiducia nelle proprie forze, nelle proprie potenzialità e nei propri mezzi. In tal senso, e’ fondamentale costruirsi una solida struttura di conoscenze reali e plausibili, e partendo da queste apportare sempre aggiustamenti ed arricchimenti di tipo culturale e tecnico. Lo studio, la pratica quotidiana, oltre al talento determinano gli strumenti validi al nostro successo professionale.

Autostima e rischi ponderati

 

Autostima e rischi ponderatiLe occasioni di misurarsi, di poter sperimentare nuove sfide, sono spesso connesse a degli errori o fallimenti personali. Questi ultimi rappresentano il punto di congiunzione tra un percorso finito e un nuovo, ovviamente più utile e produttivo.

Le condizioni difficili rappresentano la situazione ideale in cui occorre “rimboccarsi le maniche” e ottenere il meglio facendo fede alle proprie forze. Spesso il timore di essere giudicati dagli altri (ma in realtà da sè stessi), ci fa sbagliare o ci inibisce la possibilità di poter provare nuove strade.

Il rischio ponderato (non ovviamente disastroso), deve portarci a nuove sfide personali, avanzando positivamente. E’ bene ricordare, infine che conoscere sè stessi, rappresenta il modo migliore per poter capire la strada da seguire, il punto di partenza e le mete da raggiungere.

Una volta compresa in modo ottimale questa considerazione, l’ autostima rappresenterà il carburante giornaliero da utilizzare per poter andare avanti spediti e senza intoppi.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento