migliora crescita personaleTutti vorrebbero conoscere la formula magica per essere felici, per vivere una vita serena e in armonia con sé stessi e gli altri, ed in questo la crescita personale gioca un ruolo fondamentale.

Per realizzare questo stato d’animo, bisognerebbe avere la consapevolezza che tali obiettivi si possono raggiungere, a patto di iniziare a lavorare sul proprio sviluppo esistenziale.

Anche se tali parole sembrano altisonanti, in realtà non fanno altro che descrivere quel processo che prende il nome di crescita personale.
Tale processo si delinea dunque come un sistema dinamico e, come tale, varia ed è mutevole, in quanto si allinea alle nostre esperienze di vita.

La crescita personale è utile in tutti gli ambiti della vita e ci pone in una situazione di sicurezza interiore che viene trasmessa anche all’esterno e percepita da chi ci sta intorno; scopri come essere sicuri di sè per vincere nel gioco dell’amore.

La crescita personale infatti si nutre proprio di ciò che affrontiamo quotidianamente

Cerchiamo però di comprendere meglio che cosa si intenda con l’espressione crescita personale.

Il concetto che è alla base si sostanzia nella possibilità che ha l’uomo di fare esperienza di vita continua, permettendo così alla nostra essenza di modificarsi, evolversi, cambiare, adeguarsi, distaccarsi e in sostanza al nostro modo di stare al mondo di migliorarsi.

Di fronte a simili opportunità, ogni soggetto però non dovrebbe rimanere passivo, tutt’altro il singolo ha un ruolo fondamentale nel comprendere la ricchezza di ciò che vive e come ogni avvenimento, incontro, possa essergli utili nella propria crescita personale.

E’ importante che ciascun soggetto sia in grado di riconoscere se sta vivendo un periodo positivo oppure no, in entrambi i casi egli dovrebbe avere la consapevolezza del momento, per coglierne tutti gli aspetti

 

migliora crescita personaleLa crescita personale si sostanzia dunque nella capacità della persona di riconoscere i propri desideri, i propri pensieri, di rispettarli, al fine di compiere le scelte più opportune per il raggiungimento della propria felicità.

Questo implica anche che si verifichino profondi cambiamenti, allegati alla capacità di abbandonare, cambiare, eventuali esperienze che portano al disagio e non favoriscono lo sviluppo della persona ma tutt’altro finiscono per bloccarla.

Occorre imparare che la maturità si raggiunge anche, e soprattutto, affinando la capacità di scegliere quali esperienze fare, quali persone avere accanto, con chi condividere, per riuscire ad avere intorno e creare un ambiente armonico, che sia stimolante e rispettoso delle proprie caratteristiche, non castrante o di solo giudizio.

La crescita personale consiste anche nella capacità di essere artefice della propria vita, affrontando le esperienze con apertura verso ciò che da esse si possa trarre di costruttivo e utile al proprio benessere psicofisico.

Cosa ci dà gioia, cosa dolore, cosa ci rafforza e cosa no, riconoscere tali momenti e passaggi permette di avanzare nella crescita personale, concepita come consapevolezza di poter indirizzare la propria esistenza in maniera operativa e reale.

1 Commento

Lascia un commento
  • Eva

    Sono d’accordo con tutto ciò che sostenete ma ci sono situazioni sulle quali non possiamo agire, e delle quali dobbiamo prendere atto ,m senza poterle cambiare. Porto un esempio: io ho due genitori che non mi chiamano da oltre un mese, ho dovuto accettare che i loro sentimenti nei miei confronti fossero negativi o quantomeno che ci sia una notevole indifferenza. È’ ovvio che questo mi causa dolore e mi ha condizionato tutta la vita. Non essere amati dai propri genitori, dalla propria famiglia , porta inevitabilmente una persona a pensare di non essere adeguata , in nessun ambito. Ciò che ho dovuto fare( ho 43 anni) e’ crearmi una mia famiglia, cercare di riscattarmi con il lavoro( con limitati successi) ma mi porto dentro questo dolore che , nonostante l’impegno, la volontà di reagire, di avere successo in altri ambiti( come mamma, come moglie, come professionista) , mi impedisce di essere felice e mi impedisce di essere sicura di me stessa. L’accettazione di un ‘ non amore’ da parte dei propri genitori, e’ molto difficile e ancor più crearsi un percorso di crescita dell’autostima, che rimarrà sempre bassa. Nonostante i piccoli successi che ho avuto, continuo a credere poco in me stessa . Se non esiste un substrato forte di amore da parte della famiglia, e’ impossibile raggiungere certi livelli, soprattutto professionali.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento