Ti avevo promesso che ti avrei insegnato a lasciarti andare e a rilassarti con estrema facilità.

Oggi ho però deciso di rimandare questo argomento ai prossimi articoli.

Forse ti stai chiedendo perché sono qui a parlarti per l’ennesima volta di Autostima.

Durante tutti questi anni nei quali ho operato come life coach mi sono reso conto che il pilastro numero 1 della felicità è proprio l’Autostima.

Ultimamente mi sono reso conto che la tecnica da me elaborata, la Narrazione Trasformativa, mancava di qualche cosa così ho deciso di presentarti per la prima volta la nuova e veramente efficace tecnica che ti aiuterà a risolvere tutti i tuoi problemi emotivi semplicemente.

L’ho chiamata E.R.C (Emotional Rational Coaching), ma come sai i nomi non sono importanti, ma è importante l’efficacia delle tecniche che desideri utilizzare.

Ti è mai capitato di vedere qualcuno particolarmente sicuro di sé e di volergli assomigliare?

Hai mai desiderato piacerti a tal punto da non farti scalfire dalle critiche altrui?

Come sarebbe la tua vita se potessi sentirti uno strafico/a in ogni situazione?

Ti piacerebbe essere ammirato da chi ti sta intorno?

Se hai risposto Sì ad una o più di queste domande allora hai bisogno di una maggiore autostima.

Immagina come sarebbe la tua vita se potessi smettere di preoccuparti di come appari o di cosa pensano gli altri di te.

Sarebbe bello, vero?

La prima cosa che devi fare per iniziare a piacerti senza se e senza ma è renderti conto che l’unico giudizio che conta su di te è il tuo.

Alcuni la chiamano gestione emotiva, io ti aiuterò a diventare impermeabile alle critiche altrui.

Non sarà facile, ma pensa quanto può essere più difficile continuare a perdere occasioni per via della tua insicurezza e del senso di inadeguatezza che a volte avverti.

La seconda cosa da fare è renderti conto di quali sono le cause che mantengono le tue abitudini e le tue credenze.

Non sarò tenero con te neanche questa volta e quello che sto per dirti probabilmente non ti piacerà.

E mantenere la tua timidezza ed insicurezza ti costringe ad essere dipendente dagli altri ed in un certo senso ti rassicura, ti evita di prenderti responsabilità e ti aiuta a rimanere eternamente bambino/a.

La quarta cosa che devi fare è smettere di evitare.

Se smetti di evitare le situazioni che ti fanno paura piano piano la paura svanirà.

Quando scrissi i racconti motivazionali inclusi nella mia raccolta “Noi e la Gioia. Piccole storie di esseri umani” o nel mio romanzo breve “Figli di un Dio migliore. Piccolo racconto sulla diversità” lo feci in un certo senso per motivare me stesso prima che i miei clienti subentrassero nella mia vita.

La verità è che non è necessario che tu acquisti questi libri per motivarti, anche se potrebbero esserti utili, nei prossimi articoli ti svelerò i 5 passi che ti aiuteranno finalmente ad acquistare l’autostima che desideri.

Poi parleremo anche di tecniche di rilassamento e di come riprogrammare la tua immagine inconscia ed anche questo ti aiuterà moltissimo.

Sfrutta i consigli che ti do in questo blog perché sono consigli di un amico, sono gratuiti e credimi, possono davvero aiutarti.

Se però non senti il bisogno di leggere i miei articoli perché non li trovi utili, non ti piacciono o semplicemente non ti interessano leggi quelli di qualche altro coach o trova la soluzione dentro te stesso/a.

Io NON sono un guru.

Però per favore fai qualcosa per te stesso/a.

A presto.

Io sono con te,

È la tua vita, credici,

Sinceramente,

Marco.

3 Commenti

Lascia un commento
  • maria ferrara

    Grazie un bel articolo ed utile

    Rispondi
  • francesca

    Io adoro i tuoi post. Mi rendono serena e mi infondono fiducia. Li leggerò sempre e se la mente non mi inganna li metto anche in pratica. Grazie.

    Rispondi
  • Andrea

    Grazie Marco per questi articoli… In questi giorni stavo leggendo un libro di Richard Bandler (La PNL e’ liberta’) e ho iniziato ad interiorizzare alcune strategie, fra cui, la piu’ importante, quella di trovare il lato divertente di qualunque esperienza…
    Se si riesce a trovarlo, … mentre … elimini una ad una le “catene dei liberi” … puoi sentire come e’ piacevole e sensazionale sapere di poter raggiungere e mantenere la propria liberta’ e che … puoi contagiarla anche agli altri.
    E mentre … provi e … contagi questa liberta’ … inizi … istantaneamente … a piacerti.
    Cosa ne pensi?
    Grazie,
    Andrea

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento