Se non avete amore,
qualunque cosa facciate
anche se correte dietro a tutti gli dei,
se vi impegnate nell’attività sociale,
se soccorrete i poveri,
entrate in politica,
scrivete libri e poesie,
sarete morti.
Senza amore, i vostri problemi
non faranno che aumentare e
moltiplicarsi all’infinito.
Ma con l’amore, qualunque cosa facciate,
non incontrerete rischi,
non causerete conflitti.
Perché l’Amore è l’essenza della virtù.
(J.Krishnamurti)

Rieccomi qui. Non era mia intenzione scrivere un altro articolo a seguito del seminario Reiki di cui ho parlato nel mio ultimo intervento in questo portale. L’istinto però, unito all’ardente passione che anima il mio cuore, mi ha spinto ancora una volta sulla strada dello scrittore, o meglio del testimone di quanta dolce forza l’uomo possa sprigionare verso i suoi simili.

Questo articolo nasce quindi dal puro desiderio di lasciare una traccia indelebile delle emozioni profonde che sono sorte nel mio “essere” in questa settimana di fine Febbraio.

Ieri sera, ad esempio, ho colto attimi di fuggente illuminazione che mi hanno aperto tutti e tre gli occhi! Non è un errore di battitura, mi riferisco al terzo occhio posto in mezzo ai due “fisici” e che, secondo il pensiero orientale, costituisce il centro del 5° chakra, quelle ruote di energie che vanno al di là del piano fisico e che ogni persona, consapevole o meno, ha.

Credo sia successa una cosa simile al mio allievo Simone, meravigliatosi di quanto amore possa visto e sentito attraverso la pratica armoniosa di un arte marziale, l’Aikido, che insegno e che da poco ho iniziato ad amare davvero… da quando in pratica ho scelto di vederla sotto una luce nuova, con occhi nuovi, anche quando pratichiamo al buio!

Ieri Simone e Federico, fedeli compagni d’allenamento, si sono scambiati tecniche ed energie in una danza silenziosa, armonica e fluida come il fondatore O’Sensei Ueshiba sognerebbe ti vedere…. e io ho l’ho sempre sognata ma finalmente l’ho vista a occhi aperti! E un leggero senso di commozione mi ha pervaso in profondità…

Questo non è un semplice innamoramento (pratico arti marziali da 17 anni) e nemmeno una temporanea passione per una disciplina (che pratico e studio da circa 8 anni) che da quest’anno ha trovato casa nel Tendo-ryu, scuola nata da poco in Italia grazie al prezioso e costante lavoro del mio amico nonché maestro Max Gandossi.

L’Aikido per me è lo strumento più semplice, umile e spontaneo che mi permette di mostrare agli altri la mia vera natura. La mia vera essenza nascosta per anni dietro montagne di libri e ore di duro allenamento e che ora esce allo scoperto, dando luce, tempo e spazio all’armonia dell’energia vitale (ch’i, ki o prana) posta alla base di questa nobile arte marziale giapponese.

Come spiego in un passaggio del mio ultimo ebooket – Energia e Benessere – l’Aikido “mi ha letteralmente spalancato le porte della conoscenza, della consapevolezza e mi ha fatto capire che possiamo vivere ogni giorno con serenità e gioia di confrontarci con le persone, senza alcuna fatica… basta solo volerlo!  […] Una filosofia il cui perno è la pace interiore che ognuno ha dentro di sé, anche se spesso si fatica a trovare il modo migliore per farla emergere nella vita.”

Grazie alla serenità o alla tanto ricercata “pace interiore” che contraddistingue le mie giornate, a cominciare dalle ore passate in famiglia, sto iniziando ad amare davvero ogni cosa che faccio: dalle arti marziali al lavoro, dal salutare una persona allo scrivere un ebook, un articolo o una semplice mail. Sempre.

E sai perché? Perché da tempo ho scelto di rispettare di prossimo, di essere libero da pregiudizi o giudizi veri e propri e ora, finalmente, ho capito come mettere in pratica questa scelta. Sempre.

Quando l’amore fa sentire l’altro rispettato,
non umiliato, non distrutto ma sostenuto,
quando l’amore ci fa sentire nutriti, liberi,
allora scende a profondità maggiori
(Osho)

Non è cosa facile lo so, amare il prossimo, ma come per ogni cosa richiede pazienza, costanza, allenamento e fiducia… in questo caso nella sacralità dell’amore.

Esso è presente in qualsiasi credo religioso, ed è particolarmente sentito nella fede cristiana; l’amore è a mio avviso il miglior modo per esprimere la nostra vera natura, la voglia di confrontarci con gli altri, a volte denudarci o esporci, ma è proprio qui che sta il bello, è qui che ne vale veramente la pena!

La vita è fatta per essere vissuta, pienamente, amandoci noi per primi possiamo rivolgere questa potente energia universale a chi ci circonda, chi ci ama e ci rispetta, ma anche (qui sta la difficoltà?) verso chi non contraccambia. L’amore significa innanzitutto dare, senza aspettarsi nulla in cambio…. anche se poi arriva (e con gli interessi come nel mio caso :-)

Non si può piacere a tutti, mi pare ovvio, ma la nostra forza può portarci ad amare tutti, indistintamente, semplicemente mettendo noi stessi e il nostro cuore al centro di ogni momento della vita, per darne un pezzettino a chiunque.

Provare non costa nulla, devi solo nutrire fiducia in quest’arma così efficace che penetra dolcemente nell’altrui spazio, a cominciare da chi ti sta vicino… e scoprirai quanto amore hai da dare, davvero! 

L’amore si scopre soltanto amando
(P.Coelho)

con amore,
Stefano

3 Commenti

Lascia un commento
  • sera cipollone

    conosco l’Aikido che ho praticato con altre tecniche marziali , insegnando lo yoga, capisco perfettamente quello che vuoi comunicare, le tecniche, la disciplina servono per interrompere le false proiezioni e il senso della illusione che si manifesta dietro l’io che impera in noi, ma quanta libertà e gioia nel liberarsene, per veder sorgere al suo posto la libertà di amare davvero, gioire della gioia dell’altro,non chiedere che il sorriso nei suoi occhi che colma i nostri dissipando ogni ombra vana.amare è l’unica risorsa che produce ogni bene.questo è il messaggio da “raccontare”….

    Rispondi
  • stefano bresciani

    Grazie Sebastiano, sono felice che a distanza di mesi (quest’articolo mi pare abbia un paio d’anni) i miei pensieri siano immutati, radicati in una consapevolezza crescente che ciò scrivo riflette esattamente ciò che provo. Sul mio nuovo blog (budoblog) potrai trovare altre (mi auguro) interessanti scritture. Grazie ancora, davvero.

    Rispondi
  • sebastiano

    il leggere le tue scritture mi porta ad un pensiero..di una radice sana con profondità di pensiero umile che da modo al nascere.. l’arte del dialogo..vero..complimenti

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento