Nello scorso articolo hai preso coscienza del fatto che tu hai il pieno controllo sulle tue emozioni.

Se stai leggendo questo articolo vuol dire che vuoi scoprire come raggiungere pienamente la tua libertà emotiva.

Non è necessario che tu legga anche i precedenti articoli per poter trarre giovamento dai suggerimenti che ti sto per dare.

Devi sapere che essere liberi emotivamente significa poter esprimere le proprie emozioni senza temere il giudizio altrui e poter vivere la propria vita seguendo i propri valori.

Come ti ho ripetuto diverse volte la tua felicità emotiva deriva dai tuoi pensieri e le parole che ripeti a te stesso/a sono potenti come degli elisir della felicità se le sai usare al meglio o possono trasformarsi in veleno se le usi male.

Dovresti assolutamente cambiare il tuo dialogo interno e tra poco ti dirò come fare.

Se è vero che il dialogo interno influenza le tue emozioni è anche vero che le immagini mentali che richiami alla mente quando rifletti hanno anch’esse un potente effetto.

Devi assolutamente sapere che la maggioranza delle credenze limitanti che hai non ti appartengono ma ti sono state installate dalla società e come ogni software possono essere rimosse e sostituite con altre più funzionali.

Da questo articolo in poi scopriremo e metteremo in discussione le convinzioni limitanti più diffuse e le rimpiazzeremo con delle vere e proprie credenze potenzianti.

1) Non mi merito di essere amato/a

Chi ha questa credenza di base pensa di non essere all’altezza dell’amore del prossimo.

Quando pensano a sé stessi richiamano alla mente immagini di sofferenza, pensano di essere inadeguati e non amabili, hanno una postura dimessa e tengono lo sguardo basso.

Le credenze che hanno acquisito non gli permettono di valutarsi tanto quanto gli altri e spesso sono alla continua ricerca dell’amore del prossimo trascurando però l’amore per sé stessi.

Ti voglio rassicurare, se tu fai parte di questa categoria la soluzione è dietro l’angolo.

Come diceva il grande psicologo Albert Ellis TU vali in quanto essere umano indipendentemente dal fatto che gli altri ti amino o no.

TU vali in quanto essere umano indipendentemente dai tuoi difetti in quanto tutti noi ne abbiamo.

TU vali in quanto essere umano e quando capirai questa cosa gli altri saranno maggiormente disposti ad amarti.

2) Io sono fatto così.

Questa credenza è fortemente limitante poiché non ti permette di CAMBIARE né di essere flessibile.

Metteremo in discussione questa credenza nel prossimo articolo.

Se vuoi e te la senti rifletti su queste mie parole…

Io sono con te,

E’ la tua vita, credici,

Io la penso così,

Sinceramente,

Marco.

1 Commento

Lascia un commento
  • Rosa

    non è facile ripetersi ogni giorno che “IO VALGO” e per questo sono degno di vivere in mezzo agli altri e di essere amato. Certo che, giorno dopo giorno, ripeterselo aiuta molto…

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento