consigli per migliorare autostima  In quest’ articolo di occuperemo di come migliorare l’ autostima. Quest’ ultima  rappresenta la valutazione che un dato soggetto ha per se’ stesso. La scala di valutazione ha 2 estremi: quello positivo e quello negativo che coincide con le due condizioni rispettivamente di ottimismo e quello negativo cioe’ di pessimismo.

Una persona che non e’ in grado di migliorare l’autostima, ad esempio avrà delle difficoltà o nutrira’ forti dubbi nel prendere una decisione. Al contrario, un soggetto con autostima elevata non avra’ nessuna reticenza nel prendere una determinata decisione.

L’ autostima varia nel tempo in maniera dinamica, secondo contesti, situazioni, momenti di vita, etc. etc.  La predisposizione genetica non ha un effetto immediato sull’ autostima, ma quest’ ultima diversamente e’ un aspetto che va invece correttamente coltivato e curato nel corso del tempo.

Le condizioni prima elencate di estremita’ (eccessiva o insufficiente autostima) sono deleterie allo stesso modo. Anzi, in particolare l’ eccessiva autostima spesso puo’ portare ad un atteggiamento di presunzione, e di incapacita’ di comprendere i propri errori, considerando un determinato modus operandi come l’ unica soluzione.

Un concetto sano di autostima, prevede la capacita’ di rapportarsi al mondo in modo positivo ma sempre con i piedi per terra, cioe’ valutando sempre potenzialita’ e limiti di se stesso. E’ bene cioè accorgersi di quelle situazioni nelle quali ci sono elementi che sicuramente non vanno oppure vanno migliorati.

La sana autostima e’ in genere disinteressata al giudizio degli altri, o quantomeno permette di pesare e valutare quest’ ultimo e trarne le adeguate considerazioni.  Essa infatti, rappresenta un leggero feedback mai eccessivo o troppo rivoluzionario.

Migliorare la propia autostima ci porta ad essere più sicuri delle nostre capacità e essere sicuri di sè ci rende più felici.

Approfondire e migliorare l’ autostima

autostima: come migliorarla Focalizziamoci sulle situazioni di bassa autostima, cioe’ di quei soggetti maggiormente predisposti all’ ansia e malessere. L’ elemento scatenante riguarda la percezione di se stessi reale dalla percezione di se stessi ideale.

Entro certi limiti, cioe’ nel momento in cui si accetta la propria realta’, rinunciando al desiderio di essere idealmente differenti, si ha una condizione normale.  Tuttavia rinunciando alla sfida del cambiamento, si rischia di rimanere ancorati ad una data realta’ per tutta la vita.

Bisogna chiarire pero’ che possono esistere due condizioni per le quali nella prima, a causa di una fobia si rimane impietriti da una data situazione (che in realta’ puo’ essere agirata e superata), nell’ altra invece in cui le problematiche risultano essere insormontabili (e quindi in tal caso l’ unica soluzione e’ agirare questi ultimi con soluzioni alternative).

Il migliorare la propria autostima prevede un percorso costante, con la precisazione relativa ad armarsi di buona volonta’ e tenendo a mente quanto di positivo possa esserci alla meta.  Tra l’ altro ad un certo punto in poi, sicuramente il livello di autostima sara’ di base incrementato rispetto alle condizioni iniziali.

Primo aspetto riguardante la strada per migliorare l’ autostima consiste nel dotarsi di un elemento speculare, ovvero studiare le proprie percezioni personali e dando il giusto peso ai propri aspetti positivi e negativi. Al fine di evitare un giudizio personale estremamente deformato e soggettivo, e’ consigliabile spesso affidarsi ad una figura che oggettivamente puo’ consigliarci, e oggettivamente ricordarci alcuni particolari aspetti che ci riguardano.

Secondo aspetto riguardante la strada per migliorare l’ autostima consiste nel mettere sulla bilancia, tutte quelle che sono le nostre mete, evitando gli obiettivi difficili (o almeno evitandoli in un primo momento) e dando precedenza a quelli immediatamente piu’ fattibili. E’ fondamentale per la riuscita graduale del percorso di risalita.

La strada per raggiungere la meta

 

La strada per raggiungere la meta’ parte in piano, poi sale ed aumenta di pendenza per poi ritornare ad essere piana e poi scendere. Obiettivo fondamentale e’ quello di credere di andare sempre avanti senza fantasticare su cose impossibili o irrealizzabili o facilmente mutevoli.

Come un sistema autoreferenziale, l’ autostima aumenta all’ arrivo dei primi traguardi e poi via via in modo lineare tenderà ad aumentare dando la forza di riuscire a superare anche le difficoltà piu’ elevate, rendendo la meta come un adeguato risultato per i propri sforzi.

0 Commenti

Lascia un commento

    Lascia il tuo commento

    Lascia un commento