Che rapporto hanno chakra e meditazione? O meglio, come utilizzare la meditazione per lavorare sui chakra?

La meditazione chakra o meditazione con i chakra è una tecnica o un insieme di tecniche che lavora sui centri energetici del corpo sottile, migliorando il nostro equilibrio psicofisico su diversi fronti, e liberandoci dallo stress.

dipinto sulla meditazione di magritteCosa significa esattamente? Vuol dire che, grazie alla meditazione, è possibile bilanciare i chakra “fuori fase” ritrovando una più evidente vitalità energetica. Non esiste una tecnica definitiva: diversi approcci e tecniche meditative, infatti, consentono di operare sul bilanciamento dei chakra.

Chakra, meditazione ed energia

I primi esercizi sui chakra sono stati sviluppati, da asceti e mistici indù, centinaia e centinaia di anni fa. L’obiettivo dei praticanti era quello di risvegliare l’energia kundalini “aprendo” come fiori tutti e 7 i chakra, fino all’unione con il divino o Purusa.

Quali benefici possiamo ricavare noi da una meditazione sui chakra? E’ realistico pensare che una meditazione sui chakra possa avere una qualche efficacia anche senza un regime di vita da yogin?

Chakra e meditazione vanno da sempre a braccetto: perchè la meditazione è tra le tecniche più efficaci per ritrovare un buon tenore energetico, ma anche perchè lavorando sui chakra possiamo sperimentare stati meditativi molto intensi.

Meditazione e chakra

 

La meditazione, più che una tecnica, è uno stato o un’attitudine. Le diverse scuole di meditazione hanno sviluppato nei secoli due prospettive o modi di praticare: nel primo bisogna concentrare la mente su un oggetto specifico, interiore od esteriore; nel secondo, invece, l’attenzione non si fissa su alcun oggetto ma accoglie nel suo campo tutto quello che emerge sul grande schermo della mente.

chakra e meditazione hanno molti collegamentiLa meditazione di base, tra le più insegnate nelle scuole occidentali, prevede la semplice osservazione del flusso del respiro. Si tratta di sedere in tranquillita, ad occhi chiusi o semichiusi, ed osservare il respiro che va e viene, senza modificarne il flusso. All’inizio potrà apparire difficile “stare” sul respiro senza alterarlo, ma con il tempo scopriremo che non è impossibile.

Cuore della pratica meditativa è l’attenzione ai contenuti della mente: quando osserviamo il respiro, infatti, sentiremo arrivare pensieri di ogni tipo che ci distrarranno dall’intento. Cosa fare? Il suggerimento più semplice è non aggredirli, ma dolcemente riportare l’attenzione al respiro ed al movimento dentro-fuori.

Le meditazioni sui chakra possono partire da una base tradizionale o lavorare molto con le visualizzazioni, sia di colori che di simboli.

Meditare ci aiuta a ritrovare le energie poichè interrompe o calma il vociare incessante della mente, aiuta la centratura su noi stessi silenziando quello stress mentale che sembra non darci tregua 24 ore su 24.

Consigliamo di apprendere le meditazioni sui chakra da un insegnante qualificato, che possa guidarci passo passo e correggere eventuali imperfezioni nella pratica.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento