0 oggetti | €0

L’incubo della routine? Ricomincia da capo!



C’è un film che pur nella sua apparente semplicità di trama io reputo geniale. Il film si chiama Ricomincio da capo.

Ecco in breve la trama.

Phil Connors è un insopportabile meteorologo televisivo che, controvoglia, deve recarsi nella piccola città di Punxs utawney – in Pennsylvania – per fare un reportage sulla tradizionale ricorrenza del Giorno della Marmotta. Qui però rimane intrappolato in un circolo temporale: ogni mattina, alle 06.00 in punto, viene svegliato dalla radio che trasmette sempre lo stesso brano musicale (I Got You Babe di Sonny & Cher), e da allora la giornata trascorre inesorabilmente allo stesso modo della precedente. Gli eventi si ripetono esattamente uguali ogni giorno, e lui ben presto impara a sfruttarli per passare una giornata stravagante, spendere soldi, conquistare donne. Ma ogni tentativo di sedurre la bella collega Rita fallisce invariabilmente. Alla lunga questa vita ripetitiva lo porta però alla depressione e a tentare continuamente il suicidio, nei modi più strani, ma il giorno dopo si risveglia comunque, sempre nel Giorno della Marmotta. Durante uno di questi giorni Phil si apre a Rita che, comunque scettica, gli offre il consiglio di dedicare questa vita intrappolata ad aiutare il prossimo.

Phil capisce così che non può in un singolo giorno – ovviamente – aiutare tutti, ma può migliorare se stesso. Scopre così i suoi talenti e capisce i bisogni altrui, il che lo rende un uomo apprezzato ed amato, insomma, un uomo migliore. Alla fine tutto ciò lo porta ad uscire dall’incantesimo, e a trovare finalmente il vero amore.

 Sappi una cosa anche se potrebbe rivelarsi choccante per te: la tua vita si svolge probabilmente come quella di Phil Connors. E probabilmente non ti rendi conto di questo.

La tua vita è inesorabilmente bloccata nella ripetizione degli stessi accadimenti, nella routine ossessiva. E quelle rare volte che provi ad uscire dal circuito nefasto la tua iniziativa naufraga nel mare delle buone intenzioni.

Sai perché accade questo?

Come scriverebbe Joe Dispenza, ricercatore nel campo delle Neuroscienze, perchè rimani nell’abitudine di essere te stesso. I tuoi circuiti neurali funzionano sempre nello stesso modo: ricevi input dall’ambiente, che attivano gli stessi pensieri, le stesse emozioni, e le stesse reazioni. L’ambiente controlla la tua interiorità perchè tu lo stai permettendo.

Occorre liberarsi della prima stabile credenza della collettività: che il mondo esterno sia indipendente da noi e che noi non possiamo che adeguarci ad esso.

In realtà il MONDO ESTERNO NON E’ ALTRO CHE LO SPECCHIO DEL MONDO INTERIORE.

Non dobbiamo permettere all’ ambiente di controllare il nostro interno poiché altrimenti siamo semplicemente immersi nella causa effetto Newtoniana. Noi possiamo avere la forza di creare un destino. Il cervello può far vivere una esperienza, il corpo cambierà di conseguenza provando la sensazione di aver già vissuto quella esperienza che non ha mai avuto luogo nel reale. In questo modo riusciremo ad uscire dalla trappola della routine.

Dobbiamo avere la froza di porci al di sopra dell’ambiente e dei meccanismi automatizzati schiavizzanti. Dobbiamo entrare nel pannello di controllo dei programmi interiori per poterli modificare. Come fare tutto questo?

Due semplici parole OSSERVAZIONE CONSAPEVOLE.

Non permettere alla nostra interiorità di fluire in maniera meccanica senza essere osservata. osservata da chi? Dal TESTIMONE, ossia colui che è oltre la personalità abituale ed in maniera distaccata, senza giudizio e con accettazione compassionevole. Il testimone non formula pareri, non pensa che ci sia giusto e sbagliato. Osserva semplicemente il fluire delle cose.

Ed è sempre PRESENTE. Emozioni,pensieri, reazioni nel corpo, dialoghi interiori, immaginazione negativa TUTTO SARA’ SOTTO IL NOSTRO CONTROLLO DA OSSERVATORE. Se praticherai costantemente tutto ciò un giorno ti sveglierai e così come accaduto a Phil Connors la tua giornata sarà differente e potrai uscire dall’incubo dell’incantesimo.

E questa volta finalmente ricomincerai daccapo si ma in una maniera completamente rinnovata.

Con il cuore Luigi Miano




3 commenti /

Lascia un commento →
  • desidero diventare osservatrice consapevole di me stessa grazie a presto

  • Benvenuta e buon lavoro!

  • se ti accorgi che i tuoi compartamenti sono la replica di un continuo condizionamento sociale e ora di ribellartiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii con tutto te stesso
    ascoltare la tua voce più intensa che
    ti porterà
    all libertà paradisiaca…

    siate dove volete nel momento in cui volete
    marco zafarini

Lascia il tuo commento