mental coach per sviluppare una mentalità vincenteIl mental coach è un professionista che opera nel settore della vita personale, del mondo dello sport e del lavoro per migliorare le performance s dei suoi assistiti, collaborando con loro.

Il mental coach non è uno psicologo ma una figura professionale che affianca, cercando di rendere produttivo questo affiancamento, tutte quelle persone che vogliono raggiungere i propri obiettivi nei più svariati campi della vita.

Sai bene in cosa consiste l’attività del mental coach? Allora potrebbe interessarti la figura del mentoring, ecco cosa è e a cosa serve.

Il mental coach per sviluppare una mentalità da vincenti

Per raggiungere il successo, per arrivare traguardi importanti è necessario acquisire una mentalità vincente. E’ questo il compito principale di un mental coach per portare il suo cliente al successo: lavorare sulla mentalità vincente, sulle sue convinzioni e sui suoi valori personali perchè sono questi elementi che costituiscono la propria identità di cui la mentalità vincente fa parte. E’ lo sviluppo di una mentalità vincente che porta alle vittorie.

Il rapporto tra il mental coach e il proprio assistito non può prescindere da un elemento fondamentale come la fiducia, che permette di vivere pienamente questa relazione, questo tipo di rapporto.

L’assistito deve avere completa fiducia nel suo mental coach così da potersi affidare a lui completamente ma allo stesso tempo anche il mental coach deve fidarsi della persona che segue per avere maggiore sicurezza circa il fatto che segua le sue indicazioni e gli esercizi da svolgere. La fiducia fa la differenza perchè chi si fida ottiene più risultati e in un tempo minore.

Il miglior modo per instaurare una buona base di fiducia è parlarsi apertamente, essere chiari riguardo alle aspettative che si hanno ma anche ai dubbi e alle paure che possono nascere lungo il percorso.

Mental coach: una figura utile ai singoli e ai gruppi

 

come il mental coach può aiutare individui e gruppi

Il mental coach ha il compito di risvegliare il suo assistito a una nuova e maggiore consapevolezza con l’obiettivo di farlo diventare un

vincente. Ogni tecnica utilizzata ha lo scopo di far arrivare il proprio il cliente alla consapevolezza che è un campione, che i limiti esistono solo dentro la sua testa e che deve rimanere concentrato solo sul presente.

All’inizio la figura del mental coach era nata solo per seguire singoli individui al fine di aiutarli a superare i propri blocchi e raggiungere gli obiettivi prefissati.

Con il tempo le cose sono cambiate e adesso la figura del mental coach si rivela importante anche per aiutare i gruppi e le squadre.

Con il singolo individuo il mental coach si concentra sulle sue esigenze specifiche con le squadre invece il lavoro è un pò diverso, va gestita la comunicazione all’interno di un gruppo, l’armonia di squadra e anziché un lavoro one-to-one si stabiliscono delle sedute settimanali fisse con gli atleti così da analizzare ciò che è successo dopo un allenamento o una gara.

1 Commento

Lascia un commento
  • Mauro Pepe

    Bel post!
    Finalmente un sito che spiega correttamente il lavoro del Mental Coach, senza cadere in banali luoghi comuni.

    Inoltre sono d’accordo che bisogna contattare un coach non solo in caso di crisi, ma anche e soprattutto quando si vuole raggiungere grandi risultati

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento