Comunicazione aziendle e tecnologie informaticheLa comunicazione aziendale può essere definita come l’insieme di processi strategici e operativi, di creazione, di scambio e di condivisione di messaggi informativi e valori all’interno delle diverse relazioni che costituiscono l’essenza dell’organizzazione e della sua collocazione nell’ambiente.

La comunicazione aziendale coinvolge i membri interni, i collaboratori interno-esterni e tutti i soggetti in qualche modo interessati o coinvolti nella vita dell’organizzazione, compresi i suoi clienti effettivi e potenziali.

La comunicazione aziendale può servire a diversi scopi nell’impresa, non escluso l’aumento della credibilità; ecco la comunicazione aziendale per migliorare la credibilità dell’azienda.

Diffusione della comunicazione aziendale in Italia

La comunicazione aziendale costituisce parte integrante dei processi produttivi e decisionali e dei rapporti con gli ambienti esterni, viene usata per definire e condividere la missione, la cultura, i valori d’impresa; viene impiegata, inoltre, per sviluppare qualità dei prodotti e servizi; favorisce, infine, la visibilità all’interno e all’esterno di tutta l’organizzazione, delle sue attività, delle politiche e dei cambiamenti in corso.

La comunicazione aziendale, dunque, ingloba la comunicazione interna, la comunicazione esterna, la comunicazione di prodotto, e le attività di frontiera verso i clienti effettivi e potenziali. La comunicazione aziendale si è diffusa molto rapidamente nelle grandi imprese italiane. Dati del 1994 (quindi oggi le percentuali saranno senza dubbio cresciute) indicavano che l’87% delle grandi organizzazioni svolgeva un’attività di comunicazione aziendale; nel 52% dei casi, poi, la comunicazione aziendale era organizzata in una funzione ad hoc dell’impresa, ma già nel 1998 la percentule era salita al 75%.

I quattro livelli della comunicazione aziendale

 

Comunicazione aziendaleSono state individuati dai teorici della comunicazione aziendale quattro livelli che coprono tutte le attività di comunicazione che un’impresa può erogare verso l’esterno o verso l’interno.

Il primo livello della comunicazione aziendale è quello funzionale: sono tutte le informazioni di tipo operativo necessarie a supportare i diversi processi produttivi e decisionali interni e l’attività di front-line; inoltre favoriscono la cooperazione nei casi di subfornitura e franchising. Strumenti tipici sono le riunioni di lavoro, le bacheche, le circolari e gli opuscoli informativi.

Il secondo livello della comunicazione aziendale è quello strategico, riguardante tutte le informazioni necessarie a far conoscere le strategie e le politiche dell’azienda ai suoi diversi pubblici. Serve per migliorare la visibilità dell’impresa verso i dipendenti, i potenziali nuovi assunti, gli investitori, i clienti e l’opinione pubblica in generale.

Il terzo livello della comunicazione aziendale è quello formativo. La comunicazione formativa viene esercitata da capi e manager per informare il personale su metodi di modalità lavoro. Infine, la comunicazione creativa, che si occupano della generazione e trasmissione di saperi innovativi e la creazione di ambiti di cooperazione; gli strumenti sono il braistorming e le tecnologie informatiche, e questo è il quarto livello della comunicazione aziendale.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento