seduzione nella comunicazione In quest’ articolo ci occuperemo di individuare tutti i punti salienti in merito alla comunicazione non verbale e la seduzione al maschile. 

Il linguaggio non verbale e’ alla base del corteggiamento e della seduzione. Negli animali esso e’ alla base della comunicazione, negli esseri umani invece ricopre un’ importanza maggiore rispetto al linguaggio verbale. In quest’ articolo si valuteranno alcuni importanti aspetti in merito appunto alla comunicazione non verbale nella seduzione maschile, come gia’ ribadito prima.

Comprendere il linguaggio non verbale e’ fondamentale per poter decodificare quali segnali ci sta mandando una donna.

Il problema consiste pero’ in 2 aspetti:  il primo riguarda la scarsa capacita’ nell’ uomo di comprendere tali segnali, essendo quest’ ultimo guidato spesso solo dagli ormoni.  Altro aspetto fondamentale riguarda pero’, nel caso in cui l’ uomo riesca a decodificare i messaggi, un atteggiamento da parte della donna.

Studi scientifici hanno dimostrato come, da un punto di vista qualitativo, la comunicazione verbale venga utilizzata dall’ uomo e dalla donna.  Si e’ compreso che, nel caso di quest’ ultima l’ utilizzo sia piu’ spontaneo ed innato, con una conseguente buona capacita’ di decodifica per i segnali mandati dall’ uomo e di ottima dimestichezza nella produzione dei messaggi indirizzati all’ uomo.

Al contrario invece, quest’ ultimo ha una padronanza piu’ ridotta dei messaggi, che spesso fraintende. E’ chiaro che, oltre all’ aspetto di natura tipicamente psicologico, esiste un elemento sociologico per il quale l’ eta’, l’ esperienza etc. permettono all’ uomo di poter affinare in modo opportuno il proprio modo di decodificare tali messaggi, oppure facendosi aiutare da un’ amica fidata.

Non riesci a comunicare in un modo poco aggressivo? Allora impara tutto sulla comunicazione assertiva, indispensabile per parlare.

La comunicazione e seduzione al maschile: le strade da percorrere.

L’ osservazione dei comportamenti umani, ha individuato delle precise caratteristiche ricorsive relativamente alla seduzione. In particolare, si riscontra spesso che e’ la donna a prendere per prima l’ iniziativa, mostrando i primi segnali di interesse. Bisogna tuttavia capire quali pero’ siano le reali intenzioni di quest’ ultima:

1) Semplice seduzione per valutarne gli effetti con il solo scopo di aumentare la propria autostima, che e’ un tipico atteggiamento narcisista a beneficio della donna stessa;

2) Un principio di reale interesse nei confronti dell’ uomo;

Il comportamento dell’ uomo tende spesso ad attendere appunto questi segnali per farsi avanti. In tal modo viene smontata in parte la teoria del maschio alfa e della donna debole.

Adesso possiamo analizzare i principali segni che reciprocamente vengono lanciati al fine di poter capire meglio.

1) Nel caso della donna, si avranno sicuramente il sorriso, lo sguardo non diretto verso l’ uomo ma bensi’ verso il basso, e alcuni movimenti del corpo come ad esempio mostrare il collo, giocare con un oggetto (portachiavi, posate, etc.) ed infine accarezzare i capelli.

2) Nel caso dell’ uomo, si avranno sicuramente il cambiare postura, allargando il petto e le gambe, la voce impostata e lo sguardo focalizzato tra il collo ed il seno.

E’ chiaro che tale analisi va sempre connotata al contesto di riferimento e che occorre sempre analizzare in maniera completa l’ insieme di questi segnali di entrambi i sessi.

Le strade da evitare o percorrere con prudenza

 

atteggiamenti nella comunicazione seduttiva Il principio fondamentale per evitare di sbagliare nel sedurre una donna consiste in un aspetto di primaria importanza, cioe’ quello di mostrare segni di chiusura, timidezza o insicurezza.  La donna, nella sua scelta, predilige il maschio sicuro di se’ e che sa cio’ che vuole, altrimenti si verra’ scartati. Il medesimo aspetto e’ valido per il linguaggio verbale chiuso, tenendo le braccia incrociate oppure distraendosi da quanto sta dicendo la donna.

Un errore da non fare mai, riguarda l’ esagerare nel mostrare attenzione eccessiva alla donna, nei suoi discorsi, nelle sue battute. Sembra paradossale ma l’ interesse di una donna e’ direttamente proporzionale alla difficolta’ nel raggiungere l’ obiettivo. In altre parole, occorre sempre non essere troppo disponibili.

Altro aspetto riguarda il mantenimento della coerenza. Semplicemente non basta dire di essere sicuri di se’, per poi lanciare segnali di tipo non verbale contradditori.

Riguardo poi allo sguardo, esso va volutamente dosato senza esagerare, lanciandosi in occhiate pesanti ed imbarazzanti ma tuttavia, centrando il suo sguardo piu’ volte durante la conversazione.

Infine come ultimo aspetto sono importanti gli aspetti della prossemica cioe’ la distanza adeguata da tenere e le occasioni in cui si sfiora l’ interlocutore evitando di essere troppo insistenti.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento