L'importanza della comunicazione aziendaleSebbene l’immaginario comune trovi le cause del fallimento di molte aziende nella cattiva gestione delle finanze, non sempre è così. Molto spesso infatti, è la mancanza di una buona strategia di comunicazione aziendale che porta verso il baratro.

Certo, capire come utilizzare il capitale è uno dei pilastri del management, ma anche stabilire relazioni efficaci con i lavoratori è altrettanto essenziale: sono loro, in ultima analisi, che si occupano nel concreto del quotidiano dell’impresa e le loro capacità individuali sono indispensabili per mantenere alto il livello delle prestazioni e, di conseguenza alimentare il business.

La mancanza di un piano di comunicazione aziendale porta a far sì che il settore dirigenziale e quello produttivo non si parlino, o si parlino male, senza che nessuna delle due parti possa quindi fare qualcosa di utile per contribuire al buon andamento degli affari; negli ultimi anni anche la comunicazione aziendale è stata radicalmente modificata dall’avvento di internet, scopri perchè.

Comunicazione aziendale: conoscere per agire

Per il successo di ogni organizzazione, e soprattutto per un’azienda, è importante che coloro che occupano posizioni ai vertici cerchino di attivarsi per conoscere quello che succede nel concreto all’interno dei propri reparti.

Comunicazione aziendale efficaceDirigenti e supervisori devono aumentare la propria consapevolezza: capire cosa e in che modo influisce sulle prestazioni dei propri dipendenti, al fine di determinare ciò che deve essere modificato e ciò che, al contrario, va mantenuto.

Per raggiungere questo scopo, l’unico modo è conoscere il loro punto di vista riguardo la gestione del lavoro, sia attraverso canali “formali”, come questionari o sondaggi, sia in modo più informale utilizzando metodi di comunicazione più diretti. Questo tipo di approccio, oltre ad avere lo scopo di informare l’apparato dirigenziale circa la concreta situazione dell’azienda, può rivelarsi anche un modo per stimolare e motivare i propri dipendenti: sentirsi chiamati in causa nelle pratiche di gestione aziendale li porterà ad avere una maggiore autostima e un maggior senso di responsabilità rispetto alle proprie mansioni.

La comunicazione dall’alto

 

Se è importante instaurare un buon canale di comunicazione “dal basso verso l’alto”, altrettanto importante è sviluppare una strategia per quel che riguarda le comunicazioni che dall’alto devono raggiungere tutti i lavoratori.

Comunicati, istruzioni, avvertenze e regole aziendali devono arrivare in modo efficace e sicuro a tutti i dipendenti dell’azienda. A questo scopo, i canali di comunicazione possono essere molteplici, e vanno scelti a seconda del tipo di messaggio che si vuole inviare: comunicazioni affisse in bacheca, newsletter, mail personali, circolari, social network interni, ecc ecc… i metodi sono infiniti, l’importante è capire quale si adatta meglio a ciò che si vuole trasmettere.

Oggi il panorama del business ha sviluppato molte strategie che mirano a correggere quello che era l’errore della “vecchia scuola” dirigenziale, ossia tenere i lavorati il più possibile all’oscuro di quel che succedeva nei “piani alti”. La nuova tendenza della comunicazione aziendale è di inclusione: è ormai chiaro infatti che le buone idee possono arrivare dalle fonti più inaspettate.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento