La comunicazione aziendale: quali passi compiere In quest’ articolo ci occuperemo di affrontare le tematiche riguardanti la comunicazione aziendale d’ impresa, che rappresenta uno dei pilastri alla base della sopravvivenza dell’ azienda stessa. Qualsiasi azienda che vive, infatti, rappresenta un’ azienda che ancora prima ha affrontato le problematiche della comunicazione.

Iniziamo a distinguere il concetto di comunicazione aziendale, come interna ed esterna.  La comunicazione interna, si occupa di valutare tutte le problematiche all’ interno dell’ azienda stessa (rapporti tra colleghi, rapporti personale, manager, etc.), diversamente la comunicazione esterna, si occupa di mantenere i rapporti con l’ esterno appunto (fornitori, clienti, altre aziende etc.)

La comunicazione aziendale: quali passi compiere

In primo luogo, e’ fondamentale stabilire un buon rapporto di collaborazione fra tutti i componenti dell’ azienda stessa, quest’ ultimo concetto permettera’ di poter facilitare il dialogo, la circolazione delle idee, la facile risoluzione di problematiche, e la creazione di un ambiente sereno e produttivo.

Compito dell’ imprenditore illuminato è quello di creare un adeguato programma strategico a tappe, nel quale il collaboratore potrà comprendere al meglio gli obiettivi, le strategie, e le metodologie dettagliate  da adottare nel compiere il proprio lavoro. Risulta poi fondamentale utilizzare le riunioni periodiche come occasione per “sondare il terreno”, ovvero riuscire a comprendere se in un dato momento, le attivita’ dell’ azienda risultano essere compatibili con le strategie e gli obiettivi fissati in precedenza.

Le riunioni, devono avere lo scopo di comprendere al meglio tutte le eventuali problematiche, dei lavoratori, che devono essere incoraggiati nell’ esprimere liberamente le proprie opinioni e se vi siano delle perplessita’ o dubbi in merito.  In tal senso, la comunicazione aziendale interna deve rappresentare un mezzo efficacissimo di diffusione delle informazioni e comunicazioni, senza tuttavia rappresentare un intralcio oppure una perdita di tempo utile al lavoro. In tal senso, l’ uso delle mail, o di una rete informatica interna ai locali dell’ azienda, permetteranno di avere informazioni in modo rapido e preciso.

Quest’ ultimo servizio, puo’ essere ulteriormente corredato da un apposito file giornaliero che permettera’ di diffondere a tutti i dipendenti, notizie, informazioni quotidiane, etc. Sarebbe opportuno, che ognuno dei collaboratori, possa stilare giornalmente una piccola relazione, in cui descrive tutte le sue attivita’, indicando eventuali problemi, dubbi, perplessita’, etc.

La comunicazione aziendale: cosa evitare

 

La comunicazione aziendale: cosa evitare Bisogna ricordare che nella comunicazione aziendale, esistono delle problematiche deleterie, dovute a varie cause. In primo luogo, le caratteristiche eterogenee del personale, dal punto di vista del titolo di studio, cultura, eta’, caratteristiche soggettive, etc. possono portare a sovrastimare in modo errato, oppure a sottostimare sempre in modo errato tutte le informazioni che vengono loro fornite.

In tal caso, gli eventuali problemi sono dovuti spesso ad una non chiara definizione dei ruoli individuali, oppure ad una serie di comportamenti quali ad es. la competitivita’ insana, le gelosie tra colleghi, etc. che possono inevitabilmente portare a conseguenze sfavorevoli al climax aziendale.  Infine, possono crearsi dei meccanismi, per i quali parte delle informazioni trasmesse viene volutamente “censurata“, per la paura di poter avere ripercussioni negative sulla propria reputazione professionale.

Si comprende percio’ la decisione di celare spesso e volentieri, una serie di notizie negative, e tale azioni non avra’ sicuramente positive sull’ azienda, ma anzi potrebbe portare a delle situazioni latenti con il risultato di creare un effetto domino, sicuramente negativo sia per la comunicazione aziendale in sè stessa, che per la realta’ imprenditoriale.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento