Stili di comunicazioneOgni individuo ha un carattere unico e irripetibile, così come unica e irripetibile è la sua modalità di comunicazione. Ma esiste un collegamento tra questi due aspetti così peculiari della personalità di un individuo? La risposta è senza ombra di dubbio sì.

Lo stile di comunicazione è molto spesso un vero e proprio prolungamento del carattere. Così, per esempio, una persona molto timida tenderà a non mostrarsi subito aperta al dialogo nei confronti di chi non conosce ed eviterà il contatto fisico. Al contrario, un individuo solare ed estroverso è di solito molto loquace e tende a parlare con un tono di voce forte e mai esitante.

In particolare, gli stili di comunicazione possono essere raggruppati seguendo la classificazione dei quattro temperamenti umani: sanguigno, collerico, melancolico e flemmatico. Ognuno di questi grandi gruppi presenta caratteristiche ben definite che influenzano in modo incisivo il modo di rapportarsi con gli altri.

Conosci già il nesso tra comunicazione e carattere? Allora potrebbe interessarti la comunicazione assertiva, ecco di cosa si tratta.

Quattro temperamenti per quattro stili di comunicazione

Sanguigno – il tipo sanguigno è un individuo allegro, entusiasta e molto espressivo. È curioso, creativo, tende a vivere nel presente e ama essere al centro dell’attenzione, peccando spesso di egocentrismo. Questa personalità effervescente lo porta ad essere molto socievole: ama chiacchierare, ridere ed è un ottimo narratore. Parla con un tono di voce forte e sicuro e non viene infastidito dal contatto fisico.

Collerico – questo temperamento è tipico dei leader autoritari. Il collerico è molto sicuro di sé, deciso, indipendente  e coraggioso.  Ha una personalità molto forte ed è difficile fargli cambiare idea, dimostrandosi poco flessibile o disponibile al confronto. La comunicazione per questo individuo è spesso univoca: il collerico più che parlare, dà ordini e capita che non si interessi al feedback dell’interlocutore.

Comunicazione e carattereMelancolico – chi possiede questo carattere è una persona seria, profonda e introspettiva. Di indole estremamente razionale, il melancolico è inoltre molto coscienzioso e attento al dettaglio. È però poco attento al lato emotivo proprio e degli altri, dimostrando spesso di essere poco empatico. Come il collerico, il melancolico può avere difficoltà nell’ascoltare gli altri, troppo preso dalle sue riflessioni interiori, e può apparire scostante e poco incline alla chiacchiera futile. Quando apre bocca, lo fa per commentare un fatto concreto, l’unica cosa che ha una vera rilevanza per lui.

Flemmatico – Il flemmatico è un individuo paziente, silenzioso e calmo. Tende a mantenere nascoste le sue emozioni ma senza apparire introverso: pur essendo freddo e riservato, è di solito simpatico e gentile, almeno in apparenza. Evita i conflitti ed è un ottimo mediatore. Il suo stile comunicativo è caratterizzato dalla riservatezza: evita di mostrare troppo la sua personalità all’esterno, così come tende a non indagare per scoprire il vero io altrui. Il suo disamore verso i conflitti lo porta ad evitare di prendere un opinione netta, mostrandosi esitante anche nel modo di articolare il suo discorso. È però un ottimo ascoltatore.

Conoscere il carattere per capire la comunicazione

 

La comprensione del temperamento proprio e degli altri è un passo importantissimo verso il miglioramento delle proprie doti comunicative. Studiare il carattere aiuta a capire i punti di forza e di debolezza e ad adattare il proprio stile di comunicazione a seconda dell’interlocutore, avvantaggiandosi nei rapporti interpersonali.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento