formazione e comunicazioneIn quest’ articolo ci occuperemo di affrontare tematiche relative alla comunicazione con lo scopo formativo in ambito aziendale, valutandone le varie problematiche attuali.

La formazione interna, in ambito aziendale rappresenta una delle risorse piu’ importanti, perche’ permette di reagire alle sollecitazioni e variazioni del mercato in evoluzione.

In particolare, vista la situazione internazionale alquanto critica, occorre tener presente che i costi di gestione della formazione e addestramento sono elevati, e che investire in tali politiche deve necessariamente rappresentare una valida alternativa per le realta’ aziendali.

La comunicazione all’interno e verso l’esterno dell’impresa è fondamentale per il raggiungimento di risultati economici apprezzabili; comunicazione aziendale e successo nel business, esiste un nesso?

La comunicazione formativa aziendale

In Italia, purtroppo si ricorre molto spesso ai meccanismi di ammortizzazione, quali ad esempio la cassa integrazione e la mobilità, con evidenti conseguenze negative per tutto il mercato e l’ economia.  Le problematiche sono varie, e non possono essere soltanto concentrate nella constatazione di poca domanda nel mercato. La mancanza di innovazione tecnologica, competitivita’ internazionale, i meccanismi di feedback del mercato inadeguati, portano alle conseguenze che tutti noi oggi ben conosciamo.

Queste considerazioni, creano un circolo vizioso, per cui le aziende necessitano di formazione ed evoluzione, ma considerando che il mercato soffre, non vi sono le risorse economiche per poter affrontare tali cambiamenti.  Inoltre, l’ apertura del mercato del lavoro ai neolaureati, ha il problema di dover necessariamente predisporre dei percorsi formativi, considerando il sistema accademico italiano, disallineato dalla possibilita’ di formare individui preparati ad essere direttamente inseriti nel mondo del lavoro.

Altra problematica, che riguarda gli investimenti nella formazione aziendale interna e’ costituita dalla necessita’ di dover, da un lato spendere risorse economiche per garantire un livello qualitativo elevato nella formazione e dall’ altro togliere alla produzione i dipendenti.

Le ultime novita’ riguardo alle politiche di Welfare, prevedono la possibilità di incentivare economicamente la formazione, mediante i nuovi contratti di apprendistato, mediante agevolazioni fiscali, oppure incentiva in modo piu’ diretto la formazione del personale già operante. E’ chiaro che sul totale delle spese, una percentuale deve essere sborsata dalle aziende.

Esistono poi, delle strategie alternative, quali i fondi Interprofessionali, che permettono di ottimizzare questo processo, ma come lato negativo prevedono che l’ azienda debba necessariamente anticipare i costi della formazione, per poi presentare la relativa rendicontazione, ed attendere il finanziamento da parte dello stato come percentuale sui costi sostenuti.

La comunicazione formativa aziendale: conclusioni

 

La comunicazione formativa aziendale: conclusioniLe conclusioni riguardanti la formazione aziendale interna, portano alla consapevolezza di dover investire nell’ innovazione, formazione e competitivita’ nel mercato internazionale, al fine di ridare slancio all’ economia del nostro paese.

Sembra necessario riuscire a capire che la formazione e l’innovazione rappresentano un sacrificio notevole a breve termine che tuttavia puo’ dare ottime prospettive di crescita e competitività nel mercato a medio e lungo termine, tagliando su tutti i costi non ritenuti indispensabili nelle realta’ aziendali.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento