comunicare nella coppiaLa parola comunicazione viene spesso usata, e altrettante volte associata a una relazione sentimentale, soprattutto finita male. Pensiamo di sapere come si comunichi, del resto lo facciamo dalla nascita, ma cosa c’è di diverso e di particolare nelle relazioni amorose, che mette a dura prova le nostre certezze legate alle doti di comunicazione?

Due persone che si amano e stanno insieme si distinguono nella folla perché, anche se sono ai due angoli di una stanza affollata, rimane tra loro sempre attivo un canale di comunicazione che passa per gli occhi e per i gesti, si tratta della comunicazione non verbale, ecco le sue caratteristiche.

Tutti sogniamo qualcuno con cui condividere la nostra vita in un modo talmente pieno e profondo, da non dover usare troppe parole quando siamo con lui o con lei. Speriamo sempre di trovare qualcuno che finisca le nostre frasi, perché ci conosce meglio di noi stessi, qualcuno a cui non dobbiamo dire per forza che siamo tristi, perché gli basta guardarci negli occhi per sapere cosa ci turba.

Purtroppo i film romantici ci hanno abituato a mirare a questo genere di relazioni e di comunicazione nella coppia, ma la realtà, come spesso succede, non è mai semplice come uno sguardo tra due giovani innamorati. Le relazioni di coppia vanno coltivate, con la stessa pazienza con cui si cura un bonsai, e la comunicazione deve essere vissuta come una sana pratica quotidiana, e non come la possibile causa scatenante di litigi e rotture.

Se sentiamo di avere molta paura di esprimere ciò che pensiamo con la persona con cui abbiamo una relazione, c’è probabilmente qualcosa che non va nel nostro rapporto. Dovremmo poter esporre ciò che ci piace liberamente, far sì che la persona con cui stiamo ci conosca per quello che siamo, e non per quello che pensiamo potrebbe piacergli o piacerle. Tutti noi abbiamo pregi e difetti, e non è sano nascondere aspetti della nostra personalità al nostro compagno o alla nostra compagna.

Possiamo fingere, è vero, ma non possiamo farlo per una vita intera se miriamo a un vero rapporto di coppia che ci arricchisca, e non semplicemente a una comoda e positiva facciata dietro cui nascondere la nostra solitudine. A prescindere poi dalla durata e dall’importanza che diamo a un rapporto, la mancata o errata comunicazione, crea molti più problemi di quanto non si pensi.

La comunicazione alla base di una relazione di coppia felice

Comunicare con il partner, però, non si limita solamente a raccontare tutto quello che abbiamo fatto durante il giorno. È importante condividere le attività quotidiane, ma se poi non siamo in grado di esprimere con serenità il nostro parere su una proposta che ci viene fatta per paura di far arrabbiare la persona che abbiamo davanti non andremo lontano nella vita di coppia.

Comunicare verbalmente quello che pensiamo e che proviamo è alla base di un rapporto sano, ma perché la comunicazione funzioni deve esserci qualcuno che ascolti quello che diciamo e, allo stesso modo, dobbiamo essere in grado di ascoltare quello che il partner cerca di dirci, non solo a parole, ma anche con i gesti e con gli sguardi.

Non tutti sono portati a comunicare apertamente i propri bisogni, e se è giusto e sano allenarci a farlo, nel caso in cui ci troviamo di fronte qualcuno che sembra non comunicare con noi, probabilmente la realtà non è che non sta comunicando, ma lo sta facendo in un modo che non siamo abituati ad ascoltare. La coppia è anche questo: sforzarci di trovare una via per comunicare.

Pretendere che il nostro partner sia solo una spugna, che assorbe i nostri pensieri e i nostri dolori è sbagliato: un rapporto vero, per funzionare, deve essere un flusso continuo di emozioni, di parole e di sensazioni, che devono passare tra noi e il nostro partner. Se qualcosa non ci piace, che sia un atteggiamento, un’abitudine, qualcosa che succede mentre facciamo l’amore, il silenzio non farà sparire il nostro disagio.

Non solo verbale, ma anche gestuale e visiva

 

sguardi per comunicareLa comunicazione è come altre doti che vano sviluppate nel rapporto amoroso, una forma di rispetto. Se sentiamo di non poter esprimere quello che pensiamo, perché temiamo una qualche reazione violenta è il momento di fare il punto della situazione, e guardare in faccia la realtà, anche se significa andarsene ed essere soli.

La solitudine è il motivo, sbagliato, per cui molte persone stanno insieme, e la coppia, per queste persone, è solo una gabbia di cui hanno imparato a conoscere le sbarre, e che preferiscono a ciò che può esserci nel mondo esterno. Una vita a due sana e piena, non può passare però dal silenzio e dall’accettazione passiva, ma va costruita, se necessario, anche alzando la voce per chiarire i nostri bisogni all’altro. Passa, in poche parole, per una forma sana di comunicazione.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento