Comunicazione non verbale e seduzioneLe persone parlano tra loro su più livelli. Le parole vere e proprio compongono solo il 7 per cento della comunicazione totale, mentre tutto il resto rientra nell’ambito della comunicazione non verbale. Di cosa si tratta?

Di quell’insieme di messaggi che inviamo al nostro interlocutore attraverso segnali appunto non verbali: l’intonazione, la gestualità, il modo di camminare o stare seduti, la postura, la tonalità, il modo di parlare, le espressioni facciali… tutti questi fattori sono fonti di messaggi difficilmente controllabili, ma che l’occhio attento dell’interlocutore riesce a cogliere con facilità.

La comunicazione non verbale è molto importante, perché è collegata allo stato d’animo che stiamo sperimentando e al modo in cui formiamo la nostra immagine.

Ad esempio, se ti trovi in un’aula poco prima di  un esame e ti senti molto nervoso, chiunque entri in quell’aula si accorgerà della tua condizione, anche se sarai rimasto nel più totale silenzio: gli basterà notare le tue mani che si sfregano, i continui piccoli colpi di tosse per schiarirti la voce, o il piede che picchietta senza sosta il pavimento; ma come si caratterizza la comunicazione non verbale?

Comunicazione non verbale e seduzione

Il linguaggio del corpo è inoltre un’arma potentissima quando si tratta di sedurre una donna: piccoli gesti, espressioni o atteggiamenti possono davvero decretare il fallimento o il successo di un approccio. Immagina una bellissima donna seduta da sola al bancone di un bar. A chi credi che permetterà di avvicinarsi? All’omuncolo che arriva da lei con le mani in tasca e lo sguardo rivolto al pavimento, o all’uomo che le si affianca mantenendosi fiero ed eretto e mostrandole un bel sorriso? La risposta è più che scontata…

Esistono dei piccoli trucchetti di comunicazione non verbale che puoi provare ad utilizzare per aumentare il successo con le donne. Qualche esempio?

Mantieni sempre una postura eretta, con schiena dritta, petto aperto ed esposto e testa alta. Attenzione alle mani e ai piedi: dimentica le tasche, e mantieni i piedi sempre leggermente distanziati fra loro.

Quando cammini, fallo sempre lentamente (senza esagerare però… non devi dare l’impressione di muoverti in slow motion!) e con grandi passi. Guarda sempre intorno a te, come per conquistare lo spazio attorno attraverso gli occhi e non aver paura di muoverti all’interno dell’ambiente in cui ti trovi.

Il non verbale nel rapporto a due

 

Comunicazione non verbale per sedurreQuando parli con una donna non aver paura di “invadere” il suo spazio personale ogni tanto. Qualche breve intrusione motivata aumenta il livello di intimità, oltra a permetterle di annusare il tuo profumo.

Puoi sussurrarle qualcosa all’orecchio per evitare di farti sentire da tutti, per esempio, oppure scostarle i capelli dal viso con una mano. Anche il contatto fisico è concesso, purché non sia volgare: sfiorare una mano o accarezzare un braccio sono comportamenti efficaci per poter entrare in confidenza in tempi più rapidi.

Cerca però di tenere sempre la antenne alzate e di cogliere i suoi feedback: alcune donne molto riservate possono vivere male queste piccole intrusioni nel personale, e irrigidirsi. In questo caso fai un passo indietro e continua a comportarti come se nulla fosse.

Infine, ricorda che tutto il tuo corpo – voce compresa – deve andare alla stessa velocità. Ciò significa che non puoi camminare lentamente emanando autostima da tutti i pori, e poi mangiarti le parole mentre parli! Così facendo manderai segnali di comunicazione non verbale contraddittori, e il tuo interlocutore tenderà a non fidarsi di te.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento